Le tendenze capelli per la primavera estate 2013, tante code di cavallo e trecce raccolte


Si è chiusa Milano Moda Donna e, oltre alle bellissime collezioni, quelle che sono rimaste sono le tendenze per la stagione primavera estate 2013. Le modelle hanno portato in scena, come delle interpreti di teatro, dei personaggi per dare agli abiti il giusto carattere e soprattutto contestualizzare le collezioni e i relativi messaggi. I capelli, in questo senso, sono fondamentali perché le acconciature, non solo, mettono in luce e sottolineano il look, ma lo completano.

Tanti quest’anno i periodi storici in passerella e i temi. Ci sono state le donne viaggiatrici ed etniche di Jo No fui e Lorenzo Riva, l’eleganza formale e sofistica di Alberta Ferretti, le bellissime geishe di Prada, che hanno reso maggio all’Oriente. Non sono mancati i look anni Ottanta, ben interpretati da Versus e DSquared2 o la tendenza al retrò degli anni Cinquanta di Bottega Veneta. Come giusto che sia per ogni ispirazione ci sono state delle acconciature differenti, con però un punto forte per la maggior parte degli stilisti: la coda di cavallo.





Etrò ha scelto lunghissime code basse, caratterizzate da capelli lisci (probabilmente extention), legate con un semplice fiocchetto. È una pettinatura semplice, ma può essere estremamente elegante, soprattutto se abbinata a orecchini pendenti un po’ grossi. È coda di cavallo per Versus, che ha raccolto i capelli all’indietro, senza alcuna frangia, in un’acconciatura leccatissima e autoritaria. Alberta Ferretti ha scelto un semi raccolto, sempre legato sulla nuca, mentre Versace ha fatto sfilare le sue modelle con capelli sciolti e la classica riga in mezzo, ricordando molto i look tipici della fine degli anni Settanta.

Per chi ama il retrò, Bottega Veneta ha deciso per un’eleganza più formale, tipica degli anni Cinquanta. I capelli in questo caso devono essere raccolti. Non è però, quello di BV, uno chignon classico, ma resta morbido e lascia cadere con femminilità qualche ciocca. Sarà sicuramente un must della prossima stagione, inoltre, legare i capelli con un foulard, proprio come hanno fatto Dolce&Gabbana e Max Mara. Divertenti anche i cerchietti di Fendi.

Chi desidera un’acconciatura un po’ più moderna, può provare a raccoglie i capelli in pratiche trecce. È stata questa l’idea di Jo No Fui, che ha interpretato le necessità di una donna amante del viaggio e dello stile etnico. Moschino, invece, ha preferito portare in scena gli anni Sessanta con simpatiche cotonature in stile Hair.









Foto| Pagine ufficiali di Facebook

  • shares
  • Mail