Giovane insegnante discriminata per il suo aspetto fisico

Una giovane ragazza si è trovata senza lavoro a causa di una peptosi palpebrale e semiparesi dei muscoli facciali: il suo aspetto non è idoneo all’insegnamento.

A student's desk is pictured as high school students take the philosophy exam, the first test session of the 2016 baccalaureate (high school graduation exam) on June 15, 2016 at the Fustel de Coulanges high school in Strasbourg, eastern France.  A total of 695.682 Students across France are registered to take their written baccalaureat exams at over 4,200 examination centres across France through June 15 - 22, 2016. / AFP / FREDERICK FLORIN        (Photo credit should read FREDERICK FLORIN/AFP/Getty Images)

Un’insegnante è stata discriminata per il suo aspetto estetico. Succede in Campania dove una ragazza di Avellino, con laurea magistrale in produzione animale (110 e lode), più il dottorato triennale con abilitazione alla libera professione di agronomo ed abilitazione all'insegnamento, è stata lasciata a casa perché un dirigente bresciano ha considerato il suo aspetto fisico diseducativo.

Qual è il problema di questa giovane donna? Purtroppo soffre di una peptosi palpebrale e semiparesi dei muscoli facciali. Per aiutare sua figlia, il padre di Giovanna, docente di discipline agrarie anche lui, che presenta al dirigente scolastico il curriculum e il percorso professionale della figlia, ha deciso di aderire a uno sciopero della fame davanti all'Istituto agrario di Avellino.

  • shares
  • Mail