Dimagrire con la dieta Tisanoreica e il menù tipo settimanale

dieta tisanoreica
La dieta Tisanoreica è un famoso programma ipocalorico di grande successo dell’ultimo anno. Si tratta di una dieta proteica che consente di dimagrire facilmente anche grazie ad alcune piante medicinali che vengono utilizzate per creare le pietanze da mangiare. Il principio su cui si fonda è che per dimagrire bisogna togliere all’organismo alcune sostante fondamentali, di modo che si possano consumare le riserve di grassi e zuccheri.

Anche il Dipartimento di Anatomia e Fisiologia dell’Università di Padova ha fatto la sua parte nell’ideazione di questo nuovo regime alimentare. Secondo i creatori, questa dieta va seguita solo per 40 giorni e non di più. Per prima cosa è necessario recarsi in un centro specializzato e avere un programma personalizzato in base alle caratteristiche della persona. Il procedimento prevede due fasi, una molto intensiva che abbraccia 10-20 giorni, e la seconda di stabilizzazione fino al 40° giorno; all’interno di queste bisogna utilizzare gli “Alimenti” della Tisanoreica, le “Pietanze” e gli “Estratti”.

Nella prima fase vengono eliminati pane, pasta, riso, patate, legumi, carote, pomodori, frutta, mais, formaggi e tutti i prodotti con lattosio, compreso lo yogurt e la panna da cucina, tutti gli alcolici, i succhi di frutta, e anche le bibite gassate. Successivamente alcuni nutrienti saranno integrati con le Porzioni Alimentari Tisanoreica (meglio note come PAT), ovvero dei preparati iperproteici, come ad esempio soia, piselli, uova o latte. Via libera, invece, ad alimenti a basso contenuto di calorie come la carne, il pesce o la bresaola, il tonno e le uova, associati a verdura di stagione. A questi alimenti si accostano quattro preparati Tisanoreica al giorno che si possono consumare a scelta tra il pranzo e la cena. Inoltre durante la giornata si bevono varie tisane.

Esempio di menù tipo:

Colazione: 1 PAT a piacere, e una tazza di caffè o tè senza zucchero.

Pranzo: una pietanza tisanoreica con verdura cotta o cruda come per esempio asparagi, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cicoria, cuori di palma, cavolfiore, cavolo, cavolini di Bruxelles, cetrioli, crauti, erba brusca, rape, crescione, funghi coltivati, germogli di soia , indivia, insalata, melanzane, porri, radicchio verde, ravanelli, rucola, sedano, spinaci, verza, tartufo,zucchine. Inoltre è possibile aggiungere una scatoletta di tonno o un uovo.

Spuntino: 1 PAT + caffè o thè senza succhero

Cena: 1 PAT, verdura cotta o cruda e un piatto a scelta tra:
-100 g di carne come pollo o coniglio
-200 g di pesce come merluzzo, nasello, calamari,seppia,scorfano,salmone, tonno.
-60 g di affettato come carpaccio o prosciutto crudo
-un uovo

  • shares
  • Mail