Ragazza espulsa da scuola per una maschera di bellezza all'argilla considerata razzista

Espulsa da scuola per una maschera di bellezza e una didascalia un po’ inopportuna.

paige-shoemaker-2.png

Una maschera di bellezza può trasformarsi in un simbolo razzista, soprattutto se accompagnata da parole facilmente fraintendibili. È quello che è successo a Paige Shoemaker, una studentessa della Kansas State University, che ha applicato sul viso una maschera scura e ha postato una foto con la seguente didascalia:

paige-shoemaker.jpg

“Che bello finalmente essere nera".

Su Twitter si è sollevata la polemica tra le giovani del college e la protesta è diventata pubblica, tanto da spingere l'Università a prendere una posizione netta: quella di espellere Paige. La ragazza ci ha tenuto a precisare che non voleva offendere nessuno e che la faccia nera altro non era che una maschera di bellezza all’argilla de L’Oreal.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail