Dimagrire in tre giorni è facile con la dieta veloce e alla portata di tutti

dieta dei tre giorni
Le diete lampo consentono di vedersi subito più snelli e sentirsi più leggeri, grazie ad azioni drenanti e depurative e all’assenza di grassi se non in piccolissime quantità. Quella dei tre giorni è stata resa famosa dal dott. Nicola Sorrentino, specialista dell’alimentazione, svolge un’azione detox, prepara l’organismo a bruciare i depositi di grasso e consente di perdere uno-due chili in poco tempo. Proprio perché molto rigida non va prolungata oltre i tre giorni. Protagoniste del menù sono frutta e verdura.

Questo severo regime alimentare privilegia il consumo di proteine rispetto a carboidrati e grassi. E’ essenzialmente una dieta a basso contenuto calorico che aiuta a rimettere in moto il metabolismo, perché le proteine sono sostanze complesse che richiedono 10-12 ore per essere assimilate, digerite e assorbite, in questo modo il metabolismo deve aumentare la sua attività anche del 70%; inoltre, le proteine tendono ad occupare l’intestino e lo stomaco per ore, dando un senso di sazietà molto più lungo.

Bisogna ricordarsi che un’alimentazione di questo tipo produce più scorie e perciò occorre bere molta acqua e seguire la dieta per un breve periodo.

Da evitare completamente i dolci, mentre come proteine animali sono consentiti solo il latte scremato o lo yogurt magro presenti nella colazione e negli spuntini. Le porzioni devono essere rigorosamente rispettate in quanto sono state studiate per non mangiare troppo e perché l’esercizio fisico è ridotto ai minimi termini.

PRIMO GIORNO

Colazione: thè o un caffè, un bicchiere di latte parzialmente scremato oppure uno yogurt magro.
Spuntino: un frutto
Pranzo: insalata verde condita con un cucchiaino di olio extravergine di oliva e un cucchiaio di aceto balsamico più un panino integrale.
Spuntino: un frutto a piacere o uno yogurt magro.
Cena: zuppa di verdura con carota, 2 zucchine, mezzo porro, un pomodoro, uno spicchio di aglio, 100 g di erbette, 100 g di fagiolini, una patata piccola, mezzo peperone giallo, mezza melanzana e un quarto di cipolla, il tutto condito con olio extra vergine di oliva (un cucchiaino) prezzemolo, basilico e sale.

SECONDO GIORNO

Colazione e spuntini: come primo giorno
Pranzo: un piatto di verdure alla griglia accompagnato da un panino integrale.
Cena: scarola (500 g) strascicata condita con capperi, olive, aglio e peperoncino.

TERZO GIORNO

Colazione e spuntini: inalterati
Pranzo: un piatto di bietole, fagiolini e patate condite con un cucciaino di olio extra vergine di oliva.
Cena: una zuppa di cicoria preparata con 500 g di cicoria, un dado al naturale, un cipollotto, due fette di pane pugliese, aglio e parmigiano grattugiato.

Le diete lampo possono essere utili dopo periodi di eccesso, ma per risolvere problemi di calo di peso si raccomanda il parere e il controllo medico.

  • shares
  • Mail