Intestino pigro, per combattere la stitichezza si parte dalla colazione

Il problema della stitichezza spesso affligge il gentil sesso a causa dei ciclici sbalzi ormonali. Le buone abitudini però possono aiutarci. Come fare la colazione giusta

Stitichezza ed intestino pigro sono due condizioni cliniche tristemente conosciute soprattutto da noi donne. I cambiamenti ormonali mensili, ma anche gravidanza e menopausa incidono infatti sulla nostra motilità intestinale, facendoci sperimentare spesso tutti i disagi del caso.

Ovviamente scegliere uno stile di vita sano, per quanto possibile basato su orari e pasti regolari, ma anche con altrettanto regolari ritmi di sonno e veglia, ci può aiutare già tanto a scongiurare gonfiori e blocchi. Tuttavia anche la scelta dell'alimentazione è importantissima per prevenire e sconfiggere la stitichezza, seguendo una dieta ricca di frutta, cereali integrali e verdura cotta e cruda.

In particolare è essenziale curare la colazione, il pasto più importante della giornata per moltissime ragioni. Non ultima quella che è essenzialmente il primo e quindi tutto ciò che mangiamo appena svegli rappresenta il blocco iniziale di cibo da digerire e metabolizzare.

Per stimolare l'intestino a fare bene il suo lavoro non facciamoci mai mancare le fibre a colazione, sotto forma di bastoncini o biscotti di crusca oppure fiocchi di cereali integrali, meglio se a basso contenuto di zuccheri.

Evitiamo il latte vaccino per quanto possibile, in quanto spesso difficile da digerire. Invece prediligiamo bevande vegetali, come l'ottimo latte di mandorla o quello di avena, meglio tollerati dalle nostre mucose gastriche. Se amiamo lo yogurt invece, che è ottimo per mantenere sana la flora intestinale, preferiamo quello di capra, anche sotto forma di kefyr.

Se abbiamo bisogno di un po' di energia in più facciamo precedere il pasto vero e proprio da uno snack alla frutta. Ottima la banana ma anche la mela, frutta perfetta in caso di stitichezza. In particolare la mela può anche essere cotta in un po' d'acqua la sera prima, magari insieme a una prugna essiccata e consumata la mattina dopo.

Questo rituale è ideale per mantenere vivo e attivo il nostro intestino e così evitare la fastidiosa stitichezza. Se però tutto ciò non bastasse, perché magari siamo in un periodo particolarmente intenso (anche lo stress altera il lavoro di tutto l'apparato digestivo e intestinale), qualche piccolo trucco per agevolare l'andata in bagno c'è.

Appena sveglie e prima di buttare giù qualsiasi boccone, beviamo un bicchiere di acqua calda in cui avremo lasciato infondere un po' di erba di melissa, oppure un decotto a base di semi di lino e restiamo digiune per mezz'ora prima di mangiare. Per intensificare l'effetto possiamo anche consumare la manna, sotto forma di estratto o di panetto.

Dopo facciamo regolarmente colazione e attendiamo i benefici effetti del mix. L'infuso caldo con melissa o lino ammorbidirà le feci, mentre la mannite svolgerà la sua azione di pulizia interna e renderà più agevole l'eliminazione delle scorie.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail