Il botox rende le donne felici

botoxO almeno renderà felici quelle che ci credono, direte voi, visto che si può vivere bene anche senza. In parte è vero ma il discorso si fa più complesso secondo i ricercatori che hanno studiato gli effetti sui comportamenti emozionali relativi a chi aveva fatto ricorso al botulino per correggere problemi estetici facciali.

Il risultato, frutto di ricerche congiunte di diversi chirurghi e psicologi, ha rilevato che l’impossibilità di manifestare con le espressioni del viso tutta una serie di sentimenti negativi come rabbia, preoccupazione, ansia, dispiacere comporta anche, in una certa misura, la rimozione di determinati sentimenti dalla gamma di espressioni concepibili.

Ovvero: non si rimuovono certamente le capacità di provare determinati moti d’animo, ma è stato provato che se non puoi esprimere dispiacere con il volto tendi a provare meno quel sentimento. Dal momento che, com’è noto, la somministrazione di botulino provoca l’impossibilità di utilizzare la mobilità tipica di alcuni muscoli facciali, ne consegue che sarà sempre più improbabile aggrottare le sopracciglia o fare una smorfia di disappunto con le labbra.

Alcuni studiosi hanno dimostrato la connessione tra l’espressione del sentimento attraverso i muscoli del viso e l’attivazione di centri cerebrali preposti alla manifestazione dei sentimenti. In fondo, quindi, chi si fa iniettare del botulino non solo “sembra” più sorridente perché non può far altro che esibire quella fissità d’espressione che rende un po’ troppo simili a maschere di cera; probabilmente lo è davvero. Certo dopo aver pagato…

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail