Pasta di sale: i decori da sarta da usare per i lavoretti

La pasta di sale incontra i decori della sartoria e dal connubio nascono lavoretti bellissimi

Pasta sale paillettes

Lo diciamo spesso e a giusta ragione, la pasta di sale è sicuramente una grande risorsa quando la nostra creatività dell'ultimo minuto chiede di essere ascoltata e soddisfatta. In primis perché la ricetta base della sfoglia è velocissima da preparare, permettendoci di dare sfogo all'immaginazione in qualunque momento. In secondo luogo la pasta di sale si presta ad infinite personalizzazioni, anche usando materiali di riciclo per i nostri lavoretti.

Se abbiamo, ad esempio, paillettes e lustrini, passamanerie o perline che magari abbiamo avanzato dai nostri lavori di cucito, ci farà piacere sapere che possiamo riciclarli in modo creativo come decorazioni per la pasta di sale.

Abbiamo due alternative per integrare i classici materiali da sarta nelle creazioni con la sfoglia. La prima è mescolarli all'impasto, così da renderlo più prezioso, oppure usarli come applicazioni sui lavoretti asciutti, semplicemente incollandoli con colla a presa rapida o amalgamandoli al flatting trasparente.

Qui di seguito alcune idee da sfruttare:


  • Paillettes - possiamo usarle tagliate in due per creare un piacevole decoro a scaglie sui nostri lavoretti. L'ideale se vogliamo rendere più realistici pesci o sirenette.

  • Perline - quelle più piccole possono essere addizionate all'impasto per renderlo più colorato e brioso. In questo modo, creando un pattern fitto, si può anche evitare di colorare i lavoretti. Ovviamente in questo caso evitiamo la cottura in forno, ma lasciamo essiccare la pasta di sale all'aria o vicino al termosifone.

  • Pizzo e passamaneria - in questo caso abbiamo due opzioni, o usare i tessuti semplicemente come tappetino texture, imprimendo i motivi di pizzi e ricami sulla sfoglia, oppure attaccandola sui lavoretti già cotti per dare loro un aria shabby e piacevolmente romantica.

Foto | da Pinterest di GMV

  • shares
  • Mail