Le salsicce tatuate con henné

salsicce tatuateDobbiamo ammetterlo nonostante tutto: la primissima reazione non è esattamente casta e pura. Tuttavia parlare di salsicce tatuate non può che comportare certi rischi e dunque ce li assumiamo subito e li archiviamo altrettanto rapidamente. Si tratta invece d’arte, in un certo senso applicata, anche se non scevra da riferimenti più o meno velati o consapevoli che siano.

Mr. Singh Bangras ha ideato delle salsicce, proprio quelle da arrostire sulla griglia e poi gustare con gli amici ad un barbecue, con la pelle esterna – il budello che contiene il trito, per intenderci – tatuata all’henné, perfettamente commestibile ma anche assolutamente originale visto che siamo abituati ad immaginare l’henné giusto come colorante per i capelli o al più come decorazione delle spose del Vicino Oriente.

Una brava padrona di casa che voglia rendere più artistico il proprio barbecue cosa dovrebbe rispondere a chi inevitabilmente insinuerà con giochi di parole neanche troppo impliciti che si tratta non già d’arte ma di mera provocazione linguistica? Per esempio che si tratta di salsicce indiane condite con cardamomo e menta fresca e non di banalissima carne come la conosciamo già?

Via | TheDieLine.com

  • shares
  • Mail