"Stalking e violenza alle donne": un libro a cura del Forum-Associazione delle donne giuriste

stalkingSe ne parla molto ma non se ne sa mai abbastanza. Da un lato perché è una questione tragicamente chiara a molte donne ma pericolosamente sconosciuta dal punto di vista giuridico, dall’altro perché solo di recente la legge se ne sta occupando concretamente. Entro la fine di Aprile dovrebbe diventare legge il decreto che lo riconosce come reato. Parliamo di stalking, la sottile forma di molestia dalla natura multiforme che si cela spesso sotto morbosi interessi se non si manifesta apertamente come violenza.

Il Forum-Associazione delle donne giuriste ha pubblicato "Stalking e violenza alle donne", un libro edito da Franco Angeli che spiega di cosa si tratta, come intervenire, cosa sta facendo lo Stato per proteggere le donne da questa ennesima forma di violenza che oggi corre anche sulla Rete, oltre che per le nostre strade. E cosa possiamo fare per proteggerci da sole. Considerando l’attualità del problema è quanto mai opportuno l’intervento che le donne dell’associazione – avvocati, giornaliste, magistrate, criminologhe – hanno voluto offrire a tutte le donne potenzialmente vittime di stalking.

I dati sono sempre più allarmanti nonostante l’attenzione sul problema abbia contribuito in parte a far emergere un fenomeno che tendeva a rimanere sommerso e nascosto, spesso dalle stesse vittime che non riconoscevano la molestia vera e propria ma solo un vago fastidio nell’essere oggetto di continue e pressanti attenzioni non gradite. Ben il 48,8% delle donne che hanno subito violenza è stato oggetto anche di comportamenti persecutori.

Al momento in Italia lo stalking è regolato da norme provvisorie con decreto del 25 Febbraio 2009 che dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni pena la decadenza. Intanto si è già fatto un grande passo avanti con l’introduzione del reato di stalking nel Codice Penale e sebbene la strada sia ancora tutta da tracciare una prima guida può fornirla proprio questo volume di prossima uscita.

  • shares
  • Mail