Sesso per guarire: terapia o prostituzione? La terapia dei surrogati sessuali

La lascivia di flirtare in tantiSe vi manca la fantasia per coprire scappatelle o per giustificare l'abbondante numero di partner, potete sempre appellarvi alla terapia dei surrogati sessuali: un vero e proprio metodo di guarigione consigliato da sessuologi e psicologi del sesso.

Il concetto è che per superare problemi e paure, l'unico modo è affrontarli; i surrogati sessuali servono proprio ad avvicinarsi alla propria sfera sessuale con graduale serenità, per poter raggiungere poi equilibrio, gioia e tranquillità con il proprio partner. Ma prima, bisogna uscire con altri: gradualmente ci si lascia avvicinare, poi annusare e poi toccare, prima in modo lieve, infine con sempre maggiore passione. Prima o dopo, se il nostro cruccio è il rapporto con la nostra sessualità, troveremo il "surrogato" capace di scioglierci come neve al sole.

Ed è subito polemica: come può essere decoroso e rispettoso avere esperienze con diversi partner quasi contemporaneamente? E' lecito fare sesso (o quasi) senza amore ma solo per ottenere qualcosa? Flirtare con tanti uomini (o con tante donne, anche se ho dei dubbi rispetto al fatto che l'opinione pubblica potrà mai considerare "prostituti" gli uomini) non è uguale a vendere il proprio corpo?

I difensori della terapia rispondono in tono molto machiavelico: se è per una buona causa, ci si può anche vendere. Perchè la terapia dei surrogati sessuali, può risolvere davvero molti problemi, senza contare che potrebbe anche rivelarsi divertente.

Ecco i disturbi che la terapia dei surrogati sessuali dovrebbe poter risolvere:


  • l'ansia da sesso, che include: l'ansia da prestazione, l'ansia da perdita di verginità (retaggio di tanti taboo culturali), l'ansia da preliminari, e chi più ne ha più ne metta

  • eiaculazione precoce, e qui care colleghe, dovrete per forza sacrificarvi se desiderate un partner più "durevole"

  • disfunzioni erettili, idem come sopra

  • inibizione del desiderio, e qui sono propensa a credere che la terapia dei surrogati possa funzionare egregiamente, perchè in questi casi di solito il problema è semplicemente partner

  • incapacità di raggiungere l'orgasmo

  • problemi con la penetrazione

  • problemi derivanti da esperienze post-traumatiche

  • problemi con il proprio corpo e la sua immagine, fin troppi ne abbiamo!

  • problemi di orientamento sessuale: se desideriamo tanto la nostra amica, sarà perchè abbiamo un ragazzo con quoziente intellettivo/sessuale pari a zero, oppure è perchè siamo lesbiche? La terapia dei surrogati anche qui potrebbe rivelarsi utile

Per qualunque informazione in più o per consigliarne l'approfondimento al vostro terapista, sul sito ufficiale della terapia dei surrogati sessuali è spiegato tutto.

Via | Foxnews.com

  • shares
  • Mail