Eclipting e hair contouring, quali sono le differenze?

Qual è la differenza tra hai contouring ed eclipting, le due tecniche di colorazioni più in voga.

hair-botox-1jpg



Dare luce ai capelli, impreziosire il colore con sfumature naturali che possono valorizzare i lineamenti del viso. È questa la filosofia delle nuove tecniche per schiarire le chiome. Dopo aver spopolato per più di un anno sia nel make up sia tra gli hair stylist, l’hair contouring trova un nuovo rivale, ovvero l’eclipting.

Che cos’è? Si tratta di una tecnica innovativa con la quale si possono modificare virtualmente i tratti del viso, semplicemente usando luce e colore sui capelli. Come si realizza? Bisogna valutare le esigenze delle persone. Una volta scelto il taglio e aver analizzato la forma del viso, si applicano i colori più scuri intorno al viso per creare una cornice, mentre i toni più chiari si distribuiscono in cima al capo.

Per applicare la colorazione si usa la tecnica del twist, ovvero si suddividono le ciocche e si attorcigliano. La ciocca così arrotolata si tinge con un pennello. L’eclipting è molto simile all’hair contouring, che rappresenta un metodo di colorazione con cui valorizzare il viso intervenendo sul colore dei capelli per variare la percezione morfologica del volto stesso.

Come funziona? Invece di colorare le ciocche con la tradizionale tecnica con le cartine, qui il colore viene applicato a mano libera usando un pennello. Questo permette di modellare la chioma in modo da ottenere un risultato estremamente naturale. In entrambi i casi, si ottiene un effetto luce più interessante e i capelli si rovinano meno.

  • shares
  • Mail