Il telecomando è lo strumento del potere in casa, e appartiene agli uomini

telecomando uguale potere in casaSe avete sempre pensato alla casa come al regno incontrastato della donna, arriva una ricerca francese a farvi cambiare idea, e non perchè gli uomini stiano diventando più casalinghi o perchè tengano particolarmente all'arredamento, ma perchè tengono il telecomando ben saldo tra le loro mani. Ebbene sì, il segno distintivo del potere tra le mura domestiche non è la scopa della mamma, né i pantaloni del marito, ma il telecomando.

Arma dello zapping, accessorio da divano, in tutta Europa ha un ruolo chiave nella determinazione dei ruoli e appartiene all'uomo. La ricerca effettuata dall'agenzia KR Media su un campione di persone dai 16 ai 60 anni non lascia ombra di dubbio: decidono cosa vedere stasera il 73% degli uomini intervistati mentre più della metà delle donne cede alle richieste di marito e figli, rinunciando a vedere anche l'unica trasmissione interessante della settimana pur di non discutere.

In Italia, dove il 57% delle famiglie ha quattro o più telecomandi, nonostante il 72% sostenga la parità dei ruoli in casa, sono gli uomini (35%) e i bambini (34%) i padroni del telecomando, contro l’11% delle donne. Mentre nel resto d'Europa la scelta dei programmi da vedere diventa argomento di discussione, noi italiane lasciamo senza troppi lamenti lo schermo agli altri componenti della famiglia.

Confermate la tendenza anche in casa vostra? Che sia il possesso del telecomando segno di una cultura fortemente maschilista o che siano le donne italiane poco interessate a cosa trasmettono in TV? Io opto per la seconda, lasciando a voi la scelta di zapping tra le varie sfumature del caso.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail