Auguri a Rita Levi Montalcini per i suoi cento anni

rita levi montalciniMentre scrivo questo biglietto d'auguri per i cento anni di Rita Levi Montalcini penso a come deve essersi sentito Paolo Giordano che l'ha intervistata per il primo numero di Wired, che l'ha vista camminargli incontro nel bianco corridoio dell'Ebri, a piccoli passi, il ritratto della grazia e della conoscenza insieme.

Rita Levi Montalcini compie oggi cento anni e a chi le chiede come ci si sente con un secolo sulle spalle, risponde: "Il corpo faccia quel che vuole, io sono la mente". Cento anni, un secolo di vita dedicato alla ricerca medica di altissimo livello e alla scienza. Ha lottato Rita Levi Montalcini in questi cento anni, come scienziato e come donna, e ha raccontato delle difficoltà di questa condizione in Elogio dell'imperfezione: è passata attraverso un secolo, una guerra mondiale, un premio Nobel per la medicina, innumerevoli riconoscimenti senza mai abbandonare la sua amata ricerca.

Non ha mai smesso di essere esempio per le donne scienziato, ha dedicato il libro Le tue Antenate ai casi di settanta donne-genio nella storia del mondo, da Ippazia a Marie Curie, portandole come esempio di sapienza, volontà ed emancipazione.

Rita Levi Montalcini ha lottato anche per i diritti delle altre donne, intesi come accesso all'alfabetizzazione, alla cultura, all'uso delle proprie facoltà intellettive. In difesa del diritto della donna all'accesso all'istruzione ha dato vita alla fondazione Rita Levi Montalcini che aiuta le donne africane, coprendo le spese per l'istruzione dall'età infantile alla fase post-universitaria.

E se è d'esempio a tutte le donne scienziato, le donne in carriera, io penso non abbia mai smesso di essere esempio per le donne, quelle che sono donne prima di ricoprire qualsiasi altro ruolo, quelle che la ammirano per l'altruismo, la tenacia, la grazia e l'eleganza. Io sono tra quelle e a nome di tutta la redazione di Pink, le auguro buon compleanno.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail