Chi è Beatrice Fihn, la direttrice dell'ICAN vincitore del Premio Nobel per la Pace 2017

Il Premio Nobel per la Pace 2017 è andato all'ICAN: scopriamo chi è la sua direttrice.

Il Premio Nobel per la Pace 2017 è andato all'ICAN, l'organizzazione che raggruppa in tutto il mondo 468 ONG che si impegnano ogni giorno per bandire per sempre le armi nucleari. La direttrice dell'organizzazione è Beatrice Fihn: quando oggi è arrivata la telefonata che dava la notizia dell'assegnazione del premio da parte del Comitato di Oslo, lei non ci poteva credere. Ma chi è Beatrice Fihn?

Beatrice Fihn è una donna svedese di 37 anni, che ha studiato tra Londra e Stoccolma. E' una donna molto determinata che ha un grande e bellissimo sogno: un mondo senza armi nucleari.

Le armi nucleari sono vecchie, sono strumenti del passato non adeguate ai tempi e alle nuove sfide: cambiamento climatico, terrorismo, criminalità organizzata.

Grazie all'impegno di Beatrice Fihn, di tutti i collaboratori e delle ONG che fanno parte del consorzio, a luglio 2017 l'Ican è riuscito a far passare all'Onu un trattato che vieta di fatto l'uso delle armi nucleari: un obiettivo importante raggiunto con un impegno e un dispendio di forze che, immaginiamo, sia stato molto grande.

Ora il trattato deve essere ratificato da 50 stati e ci potrebbero volere molti anni, ma Beatrice Fihn è ottimista, anche perché ora sarà più difficile per gli stati giustificare l'uso di armi nucleari, visto che sono state ufficialmente bandite.

Continuare a basare la propria sicurezza sulle armi atomiche è un atteggiamento inaccettabile. Stiamo cercando di mandare forti segnali a chi ha queste armi, Corea del Nord, Stati Uniti, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna, India e Pakistan: è inaccettabile la minaccia di uccidere .

Via | Corriere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail