Womenomics: il futuro dell'economia è rosa?

emma marcegaglia, letizia morattiWomenomics è una tendenza che nasce dalla crisi - forse sempre nota ma mai emersa - ovvero la certezza che il ruolo e la presenza della donna possano salvare l'economia, mentre l'uomo viene sempre più visto come la causa del problema. Mi spiego: l'economia contemporanea è fortemente in crisi, ed è stata gestita, pilotata, condotta da una leadership prevalentemente maschile. L'ingresso nei consigli di amministrazione delle donne, nei pochi enti ed imprese dove ciò è avvenuto, ha fatto sì che quelle imprese non andassero in crisi e che oggi siano le uniche a chiudere in positivo.

Di questo e altro si è discusso sabato a Roma, nel congresso Womeneconomis italiano: "l'Italia è tra i paesi ad alto reddito quello che utilizza al minimo il potenziale di sviluppo legato al lavoro femminile, e quindi avrebbe più da guadagnare innalzando i livelli occupazionali. Sostenere l'occupazione e la naturale ascesa professionale delle donne rappresenta oggi la miglior soluzione ad alcune urgenti questioni economiche e sociali: la scarsa occupazione e produttività generali, la carenza di saperi e figure professionali qualificate, l'invecchiamento della popolazione e la sostenibilità previdenziale".

Alcuni esempi pratici della positività del comando delle donne sono l'azienda Hermes, che ha il 55% di dirigenti femminili ed è l'unica le cui azioni sono state positive ed il caso dell'Islanda, primo paese a dichiarare bancarotta, che ha lasciato il comando a una donna, il presidente Johanna Sigurdardottir che a sua volta ha nominato altre donne alla direzione delle banche andate in crisi, come se le donne dovessero riparare agli errori degli uomini e cercar di rimettere ordine al caos.

Le donne, si sa, sono abituate a rimboccarsi le maniche nel momento del bisogno e quando si tratta di prendere decisioni calcolano meglio e sono meno inclini a correre rischi. Che il futuro possa davvero riservare alle donne i posti di comando da sempre negati? Come pensate si evolverà l'italia da questo punto di vista?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail