Le frasi di Aristotele più belle sull'amicizia

La seconda prova degli Esami di maturità per il liceo classico è una versione di greco di Aristotele, un brano sull'amicizia tratto dall'Etica Nicomachea

frasi di Aristotele sull'amicizia

Si prosegue con gli Esami di Maturità 2018 e siamo arrivati alla seconda prova scritta, quella che cambia in base al tipo di scuola superiore. La prova del Miur per il liceo Classico è una versione di greco di Aristotele, un brano tratto dall'Etica Nicomachea. Un brano molto bello sull’amicizia, un testo con concetti senza tempo perché l’amicizia è un valore universale che non risente di mode e influenze. Il termine amicizia è stato sicuramente abusato in questi anni, ma i principi su cui si fonda la vera amicizia sono sempre gli stessi di 1000 anni fa. Vi proponiamo una raccolta delle più belle frasi di Aristotele sull'amicizia, alcune tratte proprio dal brano dell’esame. La traduzione della versione di greco della seconda prova, invece, la trovate qui.

  • Non c'è amicizia salda senza fiducia: e non c'è fiducia senza far passare un certo tempo.

  • Non è forse vero che non è affatto strano che le amicizie fondate sull'utilità e sul piacere si sciolgono quando non si hanno più questi vantaggi? E di quei vantaggi che si era amici: venuti meno quelli, è naturale che non si ami più.

  • L'uomo è per natura un animale destinato a vivere in comunità.

  • Ci sono tre tipi di amicizia: amicizia basata sul piacere; amicizia basata sull'interesse; amicizia basata sulla bontà.

  • Si decide in fretta di essere amici, ma l'amicizia è un frutto che matura lentamente.

  • L'amicizia è un'anima dimorante in due corpi, un cuore che abita due anime.

  • Coloro che instaurano troppo rapidamente i vincoli di amiciziavogliono essere amici, ma in realtà non lo sono. Il desiderio di amicizia sorge rapidamente ma la vera amicizia no.

  • L’antidoto per cinquanta nemici è un amico.

  • Chi ha molti amici non ha amici

  • Senza amici nessuno sceglierebbe di vivere, anche se possedesse tutti gli altri beni.

  • Platone è mio amico, ma mi è più amica la verità

  • Non è forse vero che non è affatto strano che le amicizie fondate sull’utilità e sul piacere si sciolgono quando non si hanno più questi vantaggi? E di quei vantaggi che si era amici: venuti meno quelli, è naturale che non si ami più.

  • Ci si dovrebbe comportare con i propri amici come noi vorremmo che si comportassero con noi.

  • Le persone perfette non combattono, non mentono, non commettono errori e non esistono.

  • shares
  • Mail