La modella curvy Anna O'Brien in bikini a Times Square

Anna O'Brien è una fashion blogger curvy e plus size che ha posato in bikini a Times Square

Anna O'Brien

Anna O'Brien è una blogger americana di 33 anni e fondatrice del sito Glitter and Lazers in cui mostra i suoi look e racconta la sua vita da fashion blogger curvy e plus size. Anna O'Brien è una ragazza molto carina, ma anche in sovrappeso che ha fatto della sicurezza di sé la sua missione, si fotografa e si fa fotografare con i suoi look, in costume, con vestiti da tutti i giorni e abiti da sera. Dimostra che anche con tanti chili di troppo si può essere carine, curate e alla moda e che non bisogna nascondersi o vergognarsi di non essere una taglia 40. Anna O'Brien è una provocatrice, ma non più di quanto lo siano le varie influencer come Chiara Ferragni & Co., quello che cambia è la taglia.

Qualche giorno fa Anna O'Brien ha posato per un servizio fotografico in costume da bagno a Times Square, è andata con un vestito che ha tolto per poter scattare le foto insieme al suo fotografo. Si è esposta e si è messa in bikini in un mare di persone sconosciute, ovviamente con tanto timore, un pizzico di vergogna e di paura, ma anche con una dose incredibile di coraggio.

Anna O'Brien ha posato in bikini e ha mostrato il suo corpo e le sue imperfezioni senza trucchi, un modo per essere di esempio alle altre donne, per infondere coraggio e autostima a tutte. Il servizio fotografico a Times Square però ha fatto emergere commenti poco gentili e offese, avances sessuali molto volgari, come se lei fosse un oggetto per uomini. Il valore di una donna non si misura in funzione degli uomini che vogliono fare sesso con lei, ma questo è un po’ difficile farlo capire a certi uomini che si sentono sempre in diritto di dire cose molto sconvenienti. La modella stava per rivestirsi e andare via, ma ha incrociato lo sguardo di una bambina, le ha sorriso e ha capito che ne era valsa la pena esporsi così tanto.

La storia di Anna O'Brien forse è un po’ estrema perché credo che per chiunque spogliarsi e restare in bikini in mezzo ad una strada sia abbastanza imbarazzante. Le stesse cose si possono dimostrare in tanti altri modi, l’autostima e il volersi bene sono percorsi difficili ma indispensabiliper ognuno di noi e questo a prescindere dalla taglia che si porta. Tutti abbiamo difetti che per noi sono il centro del nostro mondo ma che dall’esterno sono solo una parte di noi, in mezzo a tantissime altre.

Voi che ne pensate?

I find it ironic that I’ve taken photos in swimsuits all over the world and the one place I was told to cover up was Las Vegas. Sure, thin girls in thongs and pasties are A OK but a plus girl in a full coverage suit, trying to take an epic editorial shot- now that’s just too much. Jokes on them though, I’d already gotten the perfect photo. They can’t erase this happened. I’m learning as I push myself to do more editorial type concepts, the push back is greater. But that’s why I push. It’s more than just a girl in the city of sin in a bikini, It’s a statement. We will be seen. We’re not hiding anymore. And we’re going to wear whatever we want, wherever we want. Not just in Vegas. EVERYWHERE. Change is coming; the question is are you going to stand in the way or help us push through? Bikini by @curvybeach #lasvegas #plussize #fashion #bodypositive #confidence #idowhatiwant 📸 @larabellenewyork

Un post condiviso da Glitter (@glitterandlazers) in data:

There is a perception that non-model bodies should be seen only a certain way in images. That the rest of us “imperfect” people should stretch and contort our bodies to take up as little space as possible when some one captures us in a memory. This has always been confusing to me. In my life I want to own the moments I love. I want to take up space in them. So why would I want to capture their memory in an image of me shrinking? Instead I capture confidence. I capture passion. I capture my truth. The images we leave behind are an education to the future about worth. I want them to know what our generation too often forgets. People don’t love and remember us for our size, our looks, or our status. What they remember us for is our hearts, our actions and most importantly how we made them feel. #inspiration #love #bodypositive #selflove #positivevibes #plussize #bethechange #editorial 📸 @larabellenewyork

Un post condiviso da Glitter (@glitterandlazers) in data:

via | cosmopolitan

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA&LIFESTYLE DI BLOGO