Irlanda: stupratore assolto perché lei indossava un tanga

Un ragazzo di 27 anni ha stuprato una ragazzina di 17 anni ed è stato assolto al Tribunale di Cork in Irlanda perchè lei indossava biancheria intima troppo sexy.

Irlanda stupratore assolto perché lei indossava un tanga

È incredibile che nel 2018 bisogna ancora vedere tribunali che giustificano gli stupratori, eppure siamo di fronte a questa incresciosa situazione. Lo scorso 6 novembre il Tribunale di Cork, in Irlanda, ha scagionato un ragazzo di 27 anni accusato di aver stuprato una ragazza di 17 anni, quindi anche minorenne. Secondo l’avvocato della difesa la biancheria intima era troppo sexy, ha persino portato il tanga in aula per mostrarlo al giudice, che di fronte a una giustificazione così assurda, ha assolto lo stupratore. L’avvocato del 27enne era una donna.

Quindi secondo il giudice irlandese e l’avvocato della difesa, la ”biancheria troppo sexy” della ragazza ha giustificato il rapporto non consensuale che ha dovuto subire. La sentenza ha scatenato parecchio scalpore, sono scese in piazza centinaia di persone per protestare contro questa assoluzione al grido di "this is not consent", cioè "questo non è consenso".

La protesta è arrivata anche sui social con l’hashtag #ThisIsNotConsent dove moltissime donne stanno condividendo foto della propria biancheria specificando che un tanga, un perizoma, uno slip più carino e sexy, non sono un assenso a fare assolutamente nulla.

Embed from Getty Images

La socialista Ruth Coppinger ha sventolato un tanga in Parlamento e ha dichiarando:

“Potrebbe suscitare imbarazzo mostrare un paio di mutande in Parlamento, ma pensate a quanto lo sia di più per una vittima di stupro vederle finire in tribunale”.

Ruth Coppinger

Il centro anti-violenza di Dublino ha chiesto una riforma del sistema giudiziario perché casi come questi sono fin troppo comuni e le sentenze vengono influenzate dai pregiudizi contro le donne.

A me sembra assurdo che c’è il mondo che si mobilita per la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne che si celebra il prossimo 25 novembre, e contemporaneamente ci sono ancora tribunali che lasciano intendere che una donna che indossa uno slip più carino, stia cercando rapporti sessuali con stupratori senza dignità.

Le donne indossano i tacchi, usano biancheria sexy, si truccano e acquistano vestiti belli, scollati e svolazzanti per piacere a se stesse, per vedersi belle e sentirsi più forte. Compiacere gli uomini non rientra tra le priorità di moltissime donne.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Foto | iStock
via | ilfattoquotidiano

  • shares
  • +1
  • Mail