Cancro da fumo: le donne più a rischio degli uomini

Niente parità per le sigarette: da uno studio medico-scientifico realizzato in Svizzera, risulta infatti che le donne sono più soggette al cancro da fumo, rispetto agli uomini.

E' uno dei risultati emersi alla Conferenza europea multidisciplinare di oncologia toracica, che si è svolta i giorni scorsi a Lugano: la ricerca in questione, realizzata da studiosi svizzeri, ha monitorato 683 malati di tumore ai polmoni, ricoverati presso il centro oncologico di St Gallen fra il 2000 e il 2005; dai risultati si è scoperto che, nonostante fumino quantitativamente di meno, le donne ammalate di cancro dovuto al fumo sono più giovani rispetto agli uomini, cioè si ammalano prima. Sembrerebbe infatti che l'organismo femminile sia più vulnerabile di fronte alle sostanze cancerogene contenute nel tabacco.

Secondo uno studio irlandese invece, che ha monitorato 640 malati di tumore, già operati chirurgicamente, le donne reagirebbero meglio all'intervento rispetto agli uomini. Ma occorre per forza arrivare all'operazione? Quale migliore occasione per dare credito alla saggezza popolare: prevenire è meglio che curare. Questo per dirvi, care ragazze, di buttare la sigaretta il prima possibile o di non provarla proprio se non l'avete mai fatto: perchè il pericolo è reale ed enorme, non dimenticatelo mai.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail