Donne e sensi di colpa: a tradire veramente è solo la testa

A tradire è la testa, non il corpoSiamo all'ennesimo studio sui comportamenti emotivo/sessuali degli umani. Questa volta sotto torchio è il tradimento (che novità!). I risultati della ricerca in questione, dimostrerebbero che le donne si sentono in colpa solo quando tradiscono con la testa, cioè quando si sentono coinvolte emotivamente dall'altro. Se invece degustano soltanto le posizioni del kamasutra con l'amante, non proverebbero alcun rimorso davanti al partner "ufficiale".

Io credo che se si ha rispetto e stima nei confronti del proprio partner, tradire non possa che diventare un rimorso, sia che lo si faccia solo con il clitoride, sia che lo si faccia anche con il cervello. Certo, si dice meglio rimorsi che rimpianti, ma se il fidanzato ufficiale proprio non si merita di essere tradito, penso che i sensi di colpa siano davvero un brutto affare. Se invece il partner è di quelli str***i ma belli, i sensi di colpa potrebbero magicamente volatilizzarsi, inglobati da sadici sensi di vendetta.

Secondo la stessa ricerca, non si capisce poi se gli uomini sentano di tradire sempre, in qualunque caso, oppure soltanto quando spengono la testa in alto e accendono esclusivamente quella in basso. Se così fosse, la realtà sarebbe più grave di quel che sembra, perchè gli uomini non contemplerebbero il tradimento sentimentale: la loro natura poligama (da qualcuno giustificata dalla presenza di certi geni nel DNA) prenderebbe legittimamente il sopravvento, permettendo loro di sentirsi perfettamente a loro agio. Ma la domanda vera è: in quale modo invece noi donne ci sentiamo maggiormente tradite?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail