Diventare uomo a 17 anni asportandosi il seno

Succede in Australia: una ragazzina di 17 anni, Alex, che da quando ne aveva 13 si imbottisce di ormoni anti-pubertà perchè il suo corpo non si trasformi in donna come naturalmente dovrebbe essere, ha chiesto e ottenuto dal tribunale di Melbourne di potersi far asportare chirurgicamente il seno.

Gli esperti dichiarano che la ragazza soffre di "disturbo di identità di genere", per il quale si sentirebbe fortemente a disagio nel suo corpo naturale, identificandosi invece in quello del sesso opposto; tanto che Alex va al mare coi vestiti invece che in costume e non si lascia mai abbracciare da nessuno. Che infinita malinconia.

Il tribunale ha acconsentito alla sua operazione perchè i disagi di cui soffre le impedirebbero di costruire una serena vita sociale e un tranquillo rapporto soprattutto con se stessa. Ma naturalmente sono scoppiate le polemiche, perchè Alex è troppo giovane. Troppo giovane per decidere un'operazione così drastica, troppo giovane per diventare un uomo se è nata donna, troppo giovane per cambiare il suo corpo per sempre. Io non so chi abbia ragione; posso solo provare a immaginare il disagio di una ragazzina che non si sente mai se stessa, di un corpo che appare estraneo fin dalla nascita, di relazioni di cui si sente profondamente bisogno e che ci si nega brutalmente.

Penso che arrivare a prendere una decisione simile, una decisione che sconvolgerà Alex in tutto il suo essere, interiore ed esteriore, una decisione da cui non potrà mai più tornare indietro, sia stato difficile e doloroso. E non credo ci sia arrivata alla leggera: Alex infatti non è mai stata bambina, e nemmno bambino come invece avrebbe voluto. Alex non è mai passata dall'infanzia, perchè la sua vera natura gliel'ha impedito; Alex insomma forse è già grande.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail