Uomini ed erezione: usare i farmaci pro-erezione è sempre giusto?

viagra
Sollevo la questione su uomini e viagra dopo la notizia, segnalataci da benessereblog, che anche Berlusconi farebbe uso di farmaci contro le disfunzioni erettili. Più che di disfunzioni erettili, che il premier ne abbia o no, in età avanzata io parlerei di cambiamenti fisiologici. Con l'avanzare dell'età è naturale un calo della libido e una prestanza minore e forse accanirsi contro il proprio pene non fa altro che aumentare le pene?

Scusate il gioco di parole, ma tra il Viapro e il Viagra e Alprostadil vari credo che a volte si esagera, fino a considerare normale che un uomo in età avanzata debba avere le stesse prestazioni sessuali di un giovincello e se per natura non ci riesce, allora perchè non imbottirsi di pillole.

Secondo voi è giusto assumere farmaci contro le disfunzioni erettili o che favoriscono l'erezione anche in età avanzata? O anche Viagra e simili dovrebbero essere assunti sotto controllo del medico solo in casi di gravi patologie e disfunzioni? Se vi chiedete come mai tutte queste domande, è perchè le destinatarie di una buona prestazione sessuale siamo noi donne: forse dipende anche da noi questo accanimento, per non volerci accontentare man mano che l'età avanza.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail