Più intelligenza = più orgasmo?

Ritorniamo sul binomio intelligenza-sesso: da uno studio del King's College di Londra è risultata una stretta connessione tra quoziente di intelletto emotivo e facilità a raggiungere l'orgasmo e quindi a dimostrarsi più coinvolte e più brave a letto. Questo vale soltanto per le donne, di cui era interamente composto il campione sotto esame (gli uomini si sa, per raggiungere l'orgasmo non hanno bisogno di alcun intelletto, ahimè).

Sono state monitorate 2035 donne volontarie, tra i 18 e gli 83 anni (83 anni???), di cui quasi tutte gemelle; alcuni test volti a misurare l'intelligenza emotiva o EI, hanno stabilito quale fra le gemelle ne era più dotata e successivi riscontri riguardo la vita sessuale di ognuna, hanno evidenziato quanto le donne con un maggiore quoziente di EI raggiungano più facilmente l'orgasmo, mentre di contro le restanti abbiano il doppio delle difficoltà per arrivare all'obiettivo.

L'intelligenza emotiva è una delle tante intelligenze di cui dovremmo essere dotati (e qui nessuna distinzione tra uomo e donna), e indica il livello di controllo e gestione delle emozioni. In parole povere, penso che lo studio ci voglia illuminare sul fatto che un atteggiamento più sciolto e rilassato nei confronti delle proprie emozioni e quindi del proprio essere interiore, ci possa aiutare a vivere esperienze spesso controverse come quelle sessuali in modo più travolgente, appassionante o semplicemente tranquillo e privo di paure.

Insomma, intelligenza emotiva sarebbe direttamente proporzionale a orgasmo; ma attenzione a non confondere: avere un basso quoziente di intelletto emotivo non significa essere stupide, quella è un'altra storia; semplicemente significa non sapersi leggere dentro nel modo più consono a ognuna.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail