Una legge vieta alle minorenni di rifarsi il seno: favorevoli o contrari?

rifarsi il seno
A breve sarà portata al Consiglio dei Ministri una proposta di Legge che vieti alle minorenni gli interventi di chirurgia per rifare il seno. Il testo, come afferma il sottosegretario alla Salute Francesca Martini "sarà accompagnato dal registro delle protesi mammarie, per garantire la piena tracciabilità, e dal registro per i mielolesi perché c'è una specifica richiesta di aiutare chiunque ha una lesione midollare ad entrare in un centro di riferimento". Ovvero, si alla chirurgia per chi ne ha bisogno come cura, porte chiuse a chi è minorenne e lo fa per piacere.

Alla base del provvedimento c'è la conferma di un trend che registra l'aumento degli interventi di chirurgia plastica al seno da parte delle giovanissime, e per la prima volta la mastoplastica ha superato gli interventi di liposuzione. Per non parlare dell'aumento delle richieste attribuibile allo sviluppo di tecniche meno invasive, come l'acido ialuronico e il trapianto delle cellule staminali.

Ma è proprio necessario un seno nuovo a 17 anni? Le ragazze spesso chiedono un seno nuovo come regalo della maturità. Discutibile la maturità delle figlie nemmeno diplomate, ma che dire di quella dei genitori che permettono loro di rifarsi il seno a 17 anni? Se foste voi lì a decidere se far passare la legge che vieta alle minorenni di rifarsi il seno, sareste favorevoli o contrari?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail