Profumo: come e dove spruzzarlo per ottenere il massimo effetto

profumiSarà che con l’estate i profumi diventano troppo forti, c’è voglia di leggerezza e freschezza, di fragranze estive, ma io smetto tendenzialmente di usarne in favore di creme e acque profumate, meno persistenti ma più fresche. Se però voi siete tra chi al proprio profumo, anche se in versione light, non sa e non vuole proprio rinunciare, vi torneranno utili alcuni consigli su dove applicarlo perché, anche in ridottissime quantità, possa sprigionare tutte le sue note circondandovi della sua fragranza.

Il primo consiglio, che s’impara in tenera età, è quello di mettere alcune gocce di profumo lì dove la temperatura del corpo è più alta in modo che evapori più lentamente e sprigioni al meglio tutte le sue caratteristiche fino alle note di coda: interno dei polsi, dietro le orecchie, dietro le ginocchia, tra il seno, sulle clavicole.

Ma la maniera migliore di mettersi il profumo rimane sempre quella di vaporizzare una generosa nuvola di prodotto davanti a voi e poi entrarci subito dopo (avendo cura di tenere ben chiusa la bocca onde evitare di profumarsi dentro e fuori!).

Quando però si tratta di acqua profumata, sempre che sia pensata appositamente per l’estate e priva di alcol, si può osare anche sui capelli e abbondare maggiormente con le quantità vaporizzandola su tutto il corpo. La persistenza sarà garantita ma con un effetto più diffuso e meno concentrato.

Attenzione a non spruzzare mai il profumo, quale che sia, direttamente sui vestiti. Il rischio è quello di macchiarli per sempre. Attenzione anche alla composizione dei profumi. In estate è meglio scegliere quelli senza alcol perché se doveste dimenticare di averlo messo esponendovi al sole incorrereste anche nel rischio di macchiarvi la pelle o essere soggette a irritazioni.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail