Dress For Respect, l'abito con i sensori che svela le avances inopportune subite dalle donne

Dress For Respect è un vestito con i sensori che dimostra quante volte le donne devono subire avances non desiderate.

L’anno scorso il movimento #MeToo ha smantellato una buona parte delle logiche sessiste di Hollywood e, a macchia d’olio, si è esteso in altri settori, ci sono state più denuncie, più “No” a gran voce e pian piano molte più donne hanno iniziato a pretendere rispetto. Il movimento Metoo è diventato un fenomeno globale ma questo non vuol dire che le nostre battaglie finite, anzi… purtroppo è difficile abbattere certe logiche e farsi rispettare da chi ha sempre sottovalutato le donne e pensa di poterle importunare quando vuole e pure che a loro faccia piacere.

In Brasile è stato ideato il “Dress For Respect” uno speciale abito da sera realizzato con un tessuto su cui sono stati applicati dei sensori che, tramite Wi-Fi trasmettono i segnali al pc indicando i punti in cui sono stati toccati. Il vestito è stato testato in un locale brasiliano, una sorta di pub/bar/discoteca in cui si va per ballare, rilassarsi e divertirsi.

L’abito è stato indossato da tre ragazze che si sono prestate all’esperimento dimostrando che il problema delle molestie e del contatto pubblico non consensuale è serio e dilagante. Le ragazze sono state toccate 40 volte in un’ora, a volte era una mano morta, altre una palpatina veloce, altre ancora delle molestie più eclatanti che sono state respinte con decisione, ma questo non ha impedito agli uomini di continuare.

Un esperimento che dimostra quello che devono subire le donne e quanto sessismo e maleducazione siano dilaganti. Indossare un bel vestito e farsi belle non è un invito a farsi toccare e importunare, ma forse non è ancora chiaro per molti (troppi!) uomini.

via | artfido

  • shares
  • +1
  • Mail