Addio a Valeria Valeri, è morta a 97 anni la signora del teatro italiano

Il mondo del teatro e della televisione saluta Valeria Valeri, l'attrice romana è morta a 97 anni.

Valeria Valeri

Il mondo saluta Valeria Valeri, la talentuosa attrice teatrale e della televisione è morta pochi giorni all’età di 97 anni. Una vita lunga e costellata di successi che l’hanno portata a calcare i teatri e i set più prestigiosi, la sua carriera inizia da giovanissima nel teatro di prosa dalla metà degli anni Quaranta, quando aveva poco più di 20 anni, e prosegue come annunciatrice radiofonica.

Dopo qualche anno torna al suo primo grande amore che è il teatro e asi occupa di arte drammatica recitando Gorkji, Cecov e Sauvajon. Nel ’58 si iscrive a Attori Associati e conosce Enrico Maria Salerno con il quale instaura una relazione travagliata, dalla quale nasce Chiara, la loro bambina, che ha seguito le orme dei genitori ed è anche lei un’attrice.

La carriera di Valeria Valeri procede a gonfie vele e si divide tra il teatro e la televisione, alterna i ruoli drammatici a quelli comici e la vediamo in varie commedie di successo come “L’anatra all’arancia” con Alberto Lionello e “Anche i banchieri hanno un’anima” con Gino Bramieri. Valeria Valeri è anche una doppiatrice e ha prestato la sua voce alle attrici Natalie Wood, Maggie Smith, Betsy Blair e anche alle protagoniste di Beautiful.

I ruoli che le hanno regalato più successi sono stati quello della mamma di Gian Burrasca con la regista Lina Wertmuller nel ’64 e poi nella "Famiglia Benvenuti" con Giannetti. L’abbiamo vista anche in “Una famiglia in giallo”, “Un posto al sole” e “La tassista”. L’ultima apparizione pubblica è stata nel 2016 quando è stata ospite di Massimo Ranieri nel programma “Sogno e Son Desto” su Rai Uno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail