La Tv italiana riduce la donna ad un corpo senza cervello, col beneplacito del Cavaliere

Quella che state per vedere è una carrellata di immagini di donne della Tv italiana, tratte dal documentario Il corpo delle donne, di Lorella Zanardo e Marco Maldi Chindemi, che fa riflettere sul fatto che le donne in televisione siano ridotte esclusivamente a dei corpi, a dei glutei rifatti, a zigomi tirati, rughe riempite e labbra-gommoni in primo piano.

Come negarlo? Le immagini, una dopo l'altra, sono impressionanti e ci riportano immediatamente a ciò che vediamo ma a cui non facciamo caso, perché assuefatte anche noi: la donna vera, quella che a quarant'anni ha le rughe, è affaticata ma pur sempre bella, quella che affronta serenamente l'età che cambia, è scomparsa dagli schermi per lasciare posto alla plastificazione dei corpi, all'annullamento delle personalità di presentatrici e soubrette, fino alla figura femminile della donna senza cervello, passando per quella messa nella teca trasparente.

Per dirla con Gad Lerner, se anche il Presidente del Consiglio fa il Don Rodrigo, utilizzando ad arte lo strumento mediatico, circondandosi di veline e ragazzine, figuriamoci il resto d'Italia, che guarda la Tv e non si accorge dell'anomalia della donna curva che parla ma non si esprime. Mentre tutta Europa aspetta la risposta di Berlusconi sulla vicenda di Noemi Letizia, noi mandiamo giù anche questo, come se a 73 anni fosse normale flirtare con una diciottenne. L'Italia è il paese dove tutto è concesso? Veronica Lario ha dato per prima l'esempio, dimostrando che non è così, ora passa a noi il testimone.

  • shares
  • Mail