Chirurgia estetica: il profilo della donna che ricorre al chirurgo estetico

plastic girlCi si chiedeva qualche post fa quali fossero le ragioni che spingono una donna a ricorrere al chirurgo estetico. L’insicurezza era emersa come il dato preponderante tra i commenti. Altrove si sono chiesti quale sia il profilo anagrafico della donna che si rivolge alla chirurgia estetica per migliorare il proprio aspetto, quali che ne siano le ragioni, ed ecco l’identikit, per alcuni versi sorprendente.

L’età media è compresa tra 31 e 45 anni, anche se non mancano richieste da parte dei giovanissimi – e qui l’insicurezza gioca un ruolo certamente cruciale – e delle donne più mature fino a 55 anni, la cui motivazione più evidente potrebbe riconoscersi nel non accettare i segni dell’invecchiamento.

Qualche cifra che spiega meglio il ritratto: il 45% della domanda di chirurgia estetica proviene dalla fascia di età che vi ho indicato come media, mentre il 34% della domanda si associa ad un’età tra i 46 e i 55 anni e solo il 24% viene dai giovani tra i 18 e i 30 anni. Non si sono considerate le fasce più giovani perché il sondaggio ha interrogato solo persone maggiorenni, ma di certo avremmo avuto delle sorprese scoprendo quanto i ragazzi vogliano cambiare qualcosa di sé.

Il dato sorprendente che vi avevo promesso riguarda gli uomini, che dimostrano un interesse sempre maggiore nei confronti dei miracoli della medicina estetica. Da loro proviene ben il 28% della domanda di mercato, il 12% in più rispetto al 2001. Dopo le tette di plastica delle donne cosa dobbiamo aspettarci dagli uomini?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail