Mi sono innamorata del mio migliore amico

amiciA tante di noi è successo almeno una volta, che sia stato ai tempi della scuola o in più tarda età, quando il limite tra amicizia e amore si fa più netto e i rapporti più complicati. Questione spinosa e assai articolata almeno quanto il numero di possibili declinazioni della storia d’amore tra amici, tanto frequenti ma spesso deludenti.

Qualcuno pensa sia un vantaggio innamorarsi dell’amico perché lo si conosce già sotto molti aspetti e viceversa conosce noi e sa come prenderci e trattarci, conosce i nostri umori e malumori e ci sopporta già da tanto tempo.

Ma quando la storia si evolve da amicizia in amore e risulta poi niente di più che un fallimento o una forma clonata di amicizia con sesso, allora tornare indietro è difficile o qualche volta impossibile, perché la magia dell’amicizia disinteressata si è infranta e piccole sacche di rancore o imbarazzi rimarranno sempre qua e là a disturbare il normale rapporto d’amicizia.

La complicazione ulteriore è rappresentata dagli altri amici, che spesso si tengono all’oscuro della novella love story “per vedere prima come va” e non coinvolgere l’intero gruppo o che al contrario si intromettono nelle faccende tra i due, qualche volta anche schierandosi con l’uno o l’altro al primo dissapore. Insomma, ad innamorarsi del proprio migliore amico in fondo ci si può mettere un attimo, se ci sono tutte le condizioni dell’amore, ma conviene sempre?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail