Poesia delle donne, una biblioteca per salvare i libri "in rosa"

Forse non tutti sanno che in Umbria, associazioni culturali e scuole, hanno dato vita a un interessantissimo progetto intitolato "Biblioteche dei libri salvati", che intende dar vita a una serie di biblioteche nei castelli e nei piccoli borghi della regione, contenenti libri editi e inediti del passato, dimenticati o mai venuti alla luce.

Un'iniziativa affascinante, che mira a salvare tutto un patrimonio culturale altrimenti sotterraneo, e che ricorda "la biblioteca dei libri dimenticati" de "L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafon. Un progetto che unisce lettura, storia e tradizioni. Ma non solo: la prima biblioteca della serie, che verrà inaugurata sabato 12 settembre a Marsciano, sarà un luogo particolare, dedicato alle donne.

"La poesia delle donne", ecco come si chiamerà la prima biblioteca dei libri salvati dell'Umbria, un chiaro omaggio al gentil sesso in quanto tale, ma anche alle donne come talenti, alle donne scrittrici. Segno che di testi dedicati e scritti dalle donne, devono essercene tanti e che spesso sono perle mai apprezzate, magari anche piccoli capolavori.

Non si tratta comunque della prima biblioteca italiana dedicata ai libri che hanno a che fare con le donne: dalla fine degli anni '70 infatti, esiste a Bologna la Biblioteca Italiana delle Donne, dove è raccolto il maggior numero di scritti sulla cultura femminile, sul femminismo e sugli studi di genere.

Via | SpoletoCity

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail