E' la pancia la maggior preoccupazione estetica delle donne

Da un'indagine di Astra Ricerche è emerso che il 54% delle donne italiane concentra la maggior parte delle proprie preoccupazioni estetiche sulla pancia, covo di rotoli e gonfiori vari. Più della metà di noi quindi (circa 19 milioni di donne tra i 18 e i 64 anni), non ha propriamente un ventre piatto.

Nella classifica delle parti del corpo più "odiate" dalle donne seguono le gambe, poi il sedere, i piedi, il naso, il seno, i capelli, le mani e il viso, con un misero 3% per gli occhi. Insomma, se potessimo, ci rifaremmo da capo a piedi (mancano solo le braccia), facendoci disegnare proprio come Jessica Rabbit.

Gli esperti sostengono che il gonfiore che come un morbo assale il 74% delle donne interessate dall'indagine, è dovuto a un'alimentazione scorretta, dall'ansia e dallo stress. E' vero che spesso si mangia male, ma desidererei tanto sapere dove i medici tengono in conto la ritenzione idrica dovuta alle mestruazioni (che inizia una settimana prima del ciclo e finisce una settimana dopo, per un totale di 3 settimane al mese), la stitichezza naturale a cui le donne sono soggette, gli squilibri ormonali che svaniscono con le gravidanze e ritornano con la menopausa. No, in realtà, la nostra cicciosa, antiestetica pancia è soltanto il risultato delle nostre colpe alimentari. Già perchè di colpe sembrano volerci parlare tutti, i rotoli sono una vergogna, un peccato mortale!

Quando non si tratta di seri problemi di salute, io dico molto semplicemente che davvero, è solo una questione di modelli di ispirazione dapprima, e di gusti in secondo luogo: perchè ad esempio, la pancia della Venere di Botticelli assomiglia tanto a quella odiata dal 54% delle donne italiane? Eppure doveva rappresentare una dea, e non una qualunque, la dea della bellezza, il non-plus-ultra del fascino, tra l'altro visto con gli occhi di un uomo. Allora invito tutti e tutte a ispirarsi a Lizzie Miller, la modella di 80 kg che con la sua bella pancia ha conquistato il mondo, entrando nella rosa delle donne più belle del globo.

Via | Corriere

  • shares
  • Mail