50 anni portati benissimo... e sensualmente

calze

In questi giorni le calze compiono 50 anni. Era il 1959 quando Allen Gant della Glen Raven Mills, una fabbrica di tessuti del Nord Carolina, crea l'indumento che di lì a pochi anni rivoluzionerà la moda femminile insieme alla minigonna di Mary Quant.

In realtà nel '39 un certo Wallace H. Carothers aveva inventato il nylon, che sbarca sul mercato dell'abbigliamento con la fama di un tessuto 'resistente come l'acciaio e delicato come una ragnatela'. Poi passano altri vent'anni e una Guerra di mezzo. In quel periodo le donne donano le loro calze per fare paracaduti. Rimane celebre l'episodio di Betty Grable, attrice, che se le sfila e le mette all'asta per 40mila dollari da donare all'esercito. Pagati sull'unghia e cash! Sarà proprio il nylon a mancare nella vita delle donne, durante quegli anni.

Poi arrivano loro, i collant. E non è vero che non piacciano agli uomini, anzi. Negli anni i collant hanno preso possesso dell'immaginario erotico maschile pur sempre accusati di essere poco erotici. Beh, se pensiamo alla scena di Sophia Loren nella locandina di Matrimonio all'italiana, o di Anne Bancroft ne Il laureato...non possiamo dar loro torto. Ma il fetish (evviva!) negli anni ha favorito una rimonta. E anche l'ingresso sempre maggiore delle donne nel mondo del lavoro. Come si fa ad andare sempre in giro in reggicalze?

Alla fine degli anni Ottanta una mano ce la da' lei , la Kim Basinger di Nove settimane e mezzo e allora c'è il trionfo. Uno strip con collant è il top della sensualità e della maestria. Ed è dal 1990 che i collant subiscono una trasformazione. Ora ci sono di tutti i tipi: anti fatica, anti cellulite, anti stress, anti zanzara, anti strappo, che rassodano, che levigano, che dimagriscono.

Da sapere: l'Italia è il primo produttore mondiale di collant: 250 aziende che da sole rappresentano il 70% delle calze vendute in Europa, con un fatturato annuo di un miliardo e mezzo di euro. Fino a poco prima della crisi globale il mercato andava a gonfie vele, ora anche questo settore risente del contraccolpo generale. Nel 2003 una società tedesca aveva lanciato una linea di collant per uomini. Ci siamo, ora tocca a voi!

  • shares
  • Mail