Le donne sono sempre più infelici

infelicità delle donne

Le donne soffrono di infelicità, sempre di più. A rivelarlo è uno studio americano, che ha seguito l'umore degli americani dagli anni Settanta ad oggi, intervistando ogni anno uomini e donne sul loro stato di felicità. bene, è risultato che le donne tendono a vedere sempre più nero, mentre gli uomini riescono a ritagliarsi meglio il loro angolo di felicità.

Le donne sono fragili, ed il loro livello di felicità è diminuito notevolmente rispetto al passato ed anche rispetto al livello di felicità generale degli uomini. L'happiness gap, così è stato denominato dalla scuola di economia dell'Università della Pennsylvania, è un campanello d'allarme, perché le donne sono sull'orlo di una crisi di nervi.

Gli studi rivelano anche un'altra tendenza: le donne nascono felici e man mano che vivono perdono la propensione alla positività, mentre gli uomini nascono meno felici delle donne, ma man mano che crescono riescono a conquistare e a godere della propria felicità.

I risultati degli studi sono stati riportati da due importanti giornaliste americane, Arianna Huffington dell'HuffingtonPost in The Sad Shocking Truth, e Maureen Dowd del New York Times, esempi di donne in carriera emancipate, sicure, forti. Entrambe hanno alzato bandiera bianca e confermato che la maggiore autonomia conquistata dalle donne ha portato maggiori responsabilità e stress. Che questo stato di conquistata autonomia abbia portato per noi donne soltanto conseguenze negative? Data questa diffusione infelicità, con ripercussioni gravi sulla salute delle donne, è forse giunto il momento di ammettere che si stava meglio quando si stava peggio, se l'emancipazione ci ha causato tanto malessere?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail