Gwen Thompson, la bambola barbona per figlie della crisi

gwen thompson

Se da noi spopolano le Winx, in America nessuna madre dorme sonni tranqulli se prima nonha promesso alla figlia che le regalerà una bambola della linea American Girl. Un tempo era la Barbie, oggi la serie di bambole più vendite in America fa scegliere tra la cinesina, l'indiana e l'ebrea, ma da oggi non c'è razza che tenga, perchè tutte vorranno Gwen Thompson, la bambola barbona. La bambola che allatta vi aveva scandalizzato? Era niente in confronto alla bambola barbona.

Purtroppo, non sto scherzando, e la bambola homeless arriva nelle mani delle bambine con un libretto che racconta la sua storia: il padre ha abbandonato la famiglia, la mamma ha perso il lavoro. Così, quando l'autunno muta in inverno, Gwen e la mamma si ritrovano senza casa e sono costrette a dormire in macchina.

Per circa 65 euro, capelli esclusi, vostra figlia potrà giocare con una bambola che ispira pietà, compassione, sfiducia nel mondo, e fa scoprire il senso di abbandono. Potrà imparare che i padri sono cattivi perchè abbandonano le madri senza causa, che le madri dipendono da padri o famiglie e che la macchina non è poi così male come posto per dormire. Tutte cose che è giusto che una bambina di 4 anni sappia il prima possibile, giusto perchè non si sa mai.

Il libretto di Gwen Thompson non accenna a questioni di custodia di minori, per fortuna, anche se due o tre domande alle mamme che pensano di fare il regalone alle figlie con la bambola barbona io le farei. Ovviamente dopo aver chiesto alla Mattel, che produce e vende questo giocattolo del futuro post crisi, quale razza di messaggio educativo si vuoletrasmettere, dando in mano ad una bambina una bambola barbona, vittima della società.

  • shares
  • Mail