Come colorare la pasta di sale, i segreti per non sbagliare

Lavoretti con la pasta di sale - cuoricini colorati

Tutti pazzi per la pasta di sale! Oramai da qualche settimana, la nostra rubrica ad hoc sforna idee simpatiche e originali per decorare casa con oggettini creati con le nostre mani e la nostra fantasia. Abbiamo imparato a fare la ricetta base, per ottenere un soffice e malleabile panetto, da modellare a piacimento. Oggi Pinkblog vi svelerà qualche segreto sui metodi di pittura, per avere un risultato perfetto e non incappare negli imprevisti più comuni.

Sapevate già che per dipingere questa sfoglia ci sono due modi: mettere poche gocce di colorante alimentare nell'impasto, in modo da avere una pasta tinta in modo omogeneo, oppure pitturare dopo l'asciugatura con le tempere acriliche. Nel primo caso, l'attenzione che dovremo dedicare sarà relativa alla quantità di colorazioni utilizzate. Essendo la pasta di sale molto porosa, sarà necessario colorare un panetto per volta, avendo cura di lavorare su ciascuno di essi sempre lavando bene il piano d'appoggio e le mani, onde evitare che vengano assorbiti più colori e si abbia un effetto arlecchino non voluto.


Lavoretti con la pasta di sale
Lavoretti con la pasta di sale - ciondoli
Lavoretti con la pasta di sale - cuoricini
Lavoretti con la pasta di sale - fiocchi di neve
Lavoretti con la pasta di sale - cuoricino con dedica

Nel secondo caso si utilizzeranno gli acrilici solo dopo la perfetta asciugatura dei lavoretti e si metterà in conto anche di dare più passate di colore nello stesso punto. Il tipo di tempere ottimali per la pasta di sale è l'acrilico per legno o tessuto, ma qualsiasi tinta (persino gli acquerelli!) ben si adatta allo scopo, grazie all'elevato potere assorbente della pasta. Un po' di attenzione bisogna dedicarla quando desideriamo avere effetti sfumati o sovrapposti: il colore steso per ultimo è sempre quello più evidente. Accertiamoci che il primo colore sia ben asciutto prima di passare il secondo o rischieremo di annullare del tutto il primo strato.

Aspettiamo che i colori siano ben seccati per passare al decoro finale con pennelli a punta fine e per aggiungere elementi in più, quali perline, glitter, paillettes, che diversamente rischierebbero di portarsi via il colore di fondo. Terminiamo il tutto con una passata di flatting o lacca lucida, per proteggere la colorazione dei nostri lavori e mettiamoli in una zona della casa ventilata prima di trovare loro una degna ubicazione in casa. Non dimentichiamoci poi, che per avere una base di un colore più carico possiamo usare farina integrale o di mais, e possiamo far imbrunire alcuni punti dei nostri lavori con il grill del forno, proteggendo le parti che devono rimanere più chiare con della stagnola. È un modo originale di dare tono alla pasta senza usare alcun colore aggiuntivo.

Lavoretti con la pasta di sale - alberelli di natale
Lavoretti con la pasta di sale - finti dolcetti
Lavoretti con la pasta di sale - cristalli di ghiaccio
Lavoretti con la pasta di sale - testa pupazzo di neve
Lavoretti con la pasta di sale - foglie autunnali
Lavoretti con la pasta di sale - impronte
Lavoretti con la pasta di sale - simboli natalizi vari
Lavoretti con la pasta di sale - bottoni
Lavoretti con la pasta di sale - chioccia
Lavoretti con la pasta di sale - bracciale
Lavoretti con la pasta di sale - pupazzi di neve
Lavoretti con la pasta di sale - braccialetti vari
Lavoretti con la pasta di sale - gnometti
Lavoretti con la pasta di sale - cuoricini decorati
Lavoretti con la pasta di sale - festone
Lavoretti con la pasta di sale - stella marina
Lavoretti con la pasta di sale - uccellino con cuore
Lavoretti con la pasta di sale - zucche di halloween
Lavoretti con la pasta di sale

Gallery | Pinterest

  • shares
  • Mail