Una donna alla guida della Chiesa tedesca

Margot KaessmannMettendo da parte le polemiche sull’opportunità, oggi, che certe cariche ecclesistiche siano tuttora precluse alle donne, la Chiesa tedesca, protestante, elegge una donna a capo del suo clero e lo fa non senza un pizzico di audacia. Sebbene non si tratti della prima donna a capo della Chiesa - Katharine Jefferts Schori presiede la Chiesa episcopale americana e Susan Johnson la Chiesa evangelica luterana canadese – lo è in Europa, dove il peso del Vaticano, piaccia o no, è decisamente più forte.

Lei è Margot Kaessmann, una donna divorziata con quattro figli già nota per le sue apparizioni televisive come vescovo luterano di Hannover e per il suo impegno di modernizzazione delle Chiesa. La chiamano il vescovo "pop".

Il sinodo delle 22 chiese Luterane, Riformate e Unite di Germania l’ha scelta per questo, nella speranza che il dialogo con le altre chiese possa farsi più disteso e sereno. Checché ne pensino conservatori e scettici, certi lavori li fa meglio una donna.

  • shares
  • Mail