L'analisi delle Principesse Disney: eroine o bamboline?

principesse disney

Quante volte da bambine abbiamo sognato di essere La Bella Addormentata nel bosco, svegliata da un bacio del Principe, o Cenerentola, salvata da una scarpa? C'è chi preferisce le moderne Jasmine e sognare su un tappeto volante, o la Bella che trasforma la Bestia in un altro meraviglioso principe. Qual è stata la vostra preferita delle principesse Disney?

Forse però quelle principesse che abbiamo visto come eroine con i nostri occhi di bambine, perchè alla fine vissero felici e contente nonostante streghe cattive, matrigne e padri tirannici, non erano poi tanto eroine, ma soltanto donne capaci di sfruttare bellezza e sensualità per farsi strada. Questo secondo l'analisi di Jeff Brunner, che ha studiato l'evoluzione delle principesse Disney nel tempo.

Secondo Brunner le principesse devono la loro salvezza ed il lieto fine soltanto al sapiente modo di sfruttare a proprio vantaggio le proprie doti naturali, la propria bellezza, e la sensualità. Biancaneve è odiata da un'altra donna per la sua bellezza e viene allontanata: verrà salvata dal principe che la vede e s'innamora della sua bellezza al primo sguardo. La Bella Addormentata nel bosco torna in vita grazie ad un gesto sensuale, il bacio del principe, mentre Cenerentola viene salvata dal principe per la grazie e l'eleganza dei suoi piedi.

La Bella usa la bellezza per trasformare la Bestia in un uomo, mentre la Sirenetta baratta la propria voce per essere più attraente agli occhi di un uomo: probabilmente non aveva nulla di interessante da dire. Infine l'esotica Jasmine, la più moderna e meno vestita delle Principesse Disney, si oppone alla legge e alla volontà del padre e viene salvata da un eroe di strada.

Preferivate la versione classica con le Principesse eroine o siete d'accordo con l'analisi di Jeff Brunner? Io per oggi preferisco credere alle favole, all'arrivo del Principe Azzurro che salverà la moderna Cenerentola dal precariato grazie ad una scarpa tacco dodici, con fondo rosso di Louboutin. E vissero per sempre felici e contenti.

  • shares
  • Mail