Mi tradisce? Ecco dieci segnali inconfondibili per scoprirlo

segretiSono sempre scettica nei confronti delle liste definitive che dicono cosa e come, ma sono comunque divertenti per tirare le somme di comportamenti che gira e rigira rimangono sempre uguali a se stessi tra uomini e donne. Eccone qui una con dieci segnali che secondo l’esperienza comune farebbero capire se e come il nostro compagno ci tradisce. Naturalmente la lista è aperta alle vostre integrazioni (o smentite) ed è da intendersi in chiave ironica.

Di solito non si accorge se tagliate i capelli o cambiate profumo e d’improvviso diventa consapevole di ogni vostro minimo cambiamento, arrivando ad accorgersi persino se cambiate mascara? Non sarà il senso di colpa?

Rimane a lavoro fino a tardi e accampa le scuse più banali per giustificarsi, chiamando sempre in causa il collega da aiutare, il capo aguzzino, la riunione di clienti? Qualche volta clienti, capo e collega significa solo una cosa: amante.

Mantiene la sua auto linda e splendente? Se lo fa da sempre, potete anche non farci caso, ma se notate un cambiamento insospettitevi: potrebbe essere il luogo del delitto!

L’evidenza del capello è quella più classica, tanto quanto quella del rossetto o del fondotinta sulla camicia, tanto più se voi state attente a non macchiarlo o se addirittura non usate quel colore. Avete trovato un capello biondo e lungo e voi siete brunette con la zazzera corta? Se non ha sorelle e se sua madre ha i capelli bianchi, che altra prova vi serve? L’evidenza del profumo funziona allo stesso identico modo e vi dà anche la possibilità di essere crudeli con i gusti dozzinali della rivale.

È restio a togliersi la camicia o la maglietta quando rientra a casa dalla palestra o dal lavoro? Entra in bagno per farsi la doccia vestito di tutto punto e ne esce nuovamente vestito? E se avesse un succhiotto da nascondere… ?

Se poi avete passato tutto il pomeriggio a cucinare i suoi piatti preferiti per una cenetta perfetta e lui vi arriva sazio o vi dice che ha mal di pancia, magari ha già cenato con qualcun altro? Probabilmente vi dirà che ha dovuto consolare l’amico col cuore spezzato e insieme ad una birra tra uomini ha mangiato anche un panino.

Ma sono le bugie più articolate quelle più difficili da smantellare perché un bugiardo architetta bene la sua storia e si fornisce di alibi, attenuanti, complici – consapevoli oppure no. Eppure il delitto perfetto non esiste e neanche la bugia perfetta. Prima o poi il castello cadrà e lui si tradirà, dopo aver tradito voi.

Protegge i suoi account con password segrete che digita guardandosi intorno sperando che non ve ne accorgiate? La privacy finisce dove cominciano i segreti. Sarà sbagliato curiosare tra la sua posta tanto quanto farvi nascere il dubbio che lì dentro abbia dei segreti che non siete ammesse a conoscere.

E infine, veniamo al conto in banca. Se ne gestite due separatamente sarà più difficile scoprire il fedifrago ma se dall’estratto conto saltano fuori acquisti misteriosi e spese esose in luoghi in cui non avete mai messo piede né vi risulta che l’abbia fatto lui, probabilmente sta coprendo l’amante di regali. Insospettitevi se si tratta di una gioielleria e non v’arriva nessun anello!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail