La moda in punta d'ago

Vogueknitting.comQuando parliamo di maglia il nostro primo pensiero va a i golf sghembi che nostra zia ci faceva da piccoli, sempre scomodi e pizzicosi. E molte di noi non si mettono a sferruzzare perché la maggior parte delle riviste disponibili in Italia si rivolge a un target di 50-60-70enni inevitabilmente lontane anni luce da ciò che è alla moda.

Per fortuna almeno in Uk e USA, negli ultimi anni la maglia ha fatto progressi e oggi è diventata un vero e proprio fenomeno fashion. La prova è davanti ai nostri occhi, si chiama Vogue Knitting. Si, proprio Vogue, proprio il faro nella notte dei fashion addicted, che anni fa ha lanciato la sua divisione knitting. Date un'occhiata alla loro collezione invernale e capirete che qui non si parla di cardigan blu elettrico a scacchi, ma di lussuriosi cachemire e accessori spudoratamente femminili pensati per fare di noi delle Sarah Jessica Parker della lana.

Questo magazine, che esce quattro volte all'anno, dispensa consigli e indica la via della moda "fai da te", esattamente come il Vogue tradizionale ci spiega quale stilista è hot e quale no. La differenza fondamentale è che grazie a Vogue Knitting i capi moda ce li possiamo realizzare da sole e quindi portarli con la fierezza e la tracotanza che Donatella può avere alla fine della settimana della moda di Parigi.

E per chi non sapesse da dove cominciare, le nostre amiche di Vogue hanno anche creato la sezione "How To", che ad ogni numero si arricchisce di qualche punto biricchino per stupire e stupirci. Happy Knitting!

  • shares
  • Mail