Troppo sesso può far perdere la memoria: è successo a una donna americana

Il sesso selvaggio, appassionato e durevole, è una gran bella cosa anche per noi donne. Inutile negarlo, inutile nasconderlo. Ma a una certa età potrebbe provocare qualche disturbo, e non parlo solo dell'affaticamento del corpo.

Troppo sesso infatti, dopo i 50 anni d'età, potrebbe provocare amnesia globale transitoria, ossia una perdita di memoria, seppure temporanea. In realtà non è solo il sesso a provocare disturbi simili: anche immergersi in acqua troppo calda o troppo fredda potrebbe avere lo stesso effetto.

E' quanto successo a una donna americana di 50 anni appunto, che dopo aver fatto sesso in modo molto coinvolgente con il marito, ha cominciato a farfugliare: alla domanda "chi è il presidente degli Stati Uniti", la donna ha risposto "Bill Clinton", con una sicurezza e serietà tali, da indurre il marito a portarla in ospedale. Lì i medici hanno diagnosticato il disturbo transitorio.

Purtroppo la donna non ricorda più la sessione di sesso focosa che l'ha portata all'amnesia; ecco allora delineati gli svantaggi di un disturbo simile: dimenticarsi performance da guinness dei primati e soprattutto, provocarsi seri guai se il partner del sesso selvaggio in questione è l'amante, e non il compagno ufficiale.

Via | Cnn

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail