Sondaggio: urlate durante il sesso?



La notizia è curiosa: Caroline Cartwright, una signora britannica di 48 anni, ha rivendicato in tribunale il suo diritto al sesso rumoroso. Dopo molte lamentele da parte dei vicini sono scattate le denunce e la condanna le vietava di fare eccessivo rumore durante i rapporti sessuali con il marito.

I vicini raccontano che le urla della donna era “innaturali”, “come se qualcuno stesse per essere ucciso”. Ma le urla di gioia (per la signora Cartwright) hanno destato le proteste persino del postino e da una signora che passava davanti la casa per accompagnare a scuola la figlia.

Così in seguito alla condanna Caroline Cartwright ha presentato appello alla Newcastle Crown Court contro questa “sentenza che infrange i diritti umani”. Inoltre, la focosa signora ha replicato “di non essere fisicamente capace di limitare le sue grida durante l’amplesso”, chiamando in causa anche un sessuologo per testimoniare in suo favore.

Chissà come andrà a finire? Vincerà il richiamo della jungla o le regole del buon vivere civile? E voi cari lettori?

  • shares
  • Mail