Alessia Donati, una pornodiva che difende il mondo dell’hard e spinge le donne agli spettacoli erotici. Ma l’importante è che i genitori non sappiano



E’ stata intervistata dal TGCom ed il ritratto che ne è emerso è stato quello di una ragazza normale. Milanese, pornostar per caso, Alessia è contenta del mondo in cui vive e lo difende a spada tratta: “Non è sporco come molti credono”. Inoltre, dice che le piacerebbe vedere più partecipazione di donne a fiere e spettacoli.

La sua carriera a luci rosse è iniziata proprio in una fiera, al Bergamo Sex, in cui lei era una semplice spettatrice. La invitarono sul palco e le sue doti fino ad allora nascoste ai più, vennero immediatamente alla luce. Da Bergamo è approdata al Mi-Sex e da quel momento in poi il suo è stato un successo solo in ascesa.

Prima di diventare una tigre del ribaltabile, Alessia Donati era una insulsa responsabile amministrativa. Licenziata in tronco quando i suoi capi hanno scoperto la sua vera natura. Il suo fidanzato con cui dice di stare da anni, l’ha appoggiata e supportata in tutto (per caso si chiama Schicchi? NdR). Per i suoi amici è un mito. Suo fratello sa. Ma gli unici a non sapere sono i suoi genitori. O meglio, lei sostiene che i suoi sanno, però non tutto: “I miei sanno una mezza verità. Sono a conoscenza degli spettacoli ma non del lato hard della cosa”.

Ad Alessia Donati piacerà senz’altro il mondo a luci rosse (e le sue parole lo firmano a sangue), e qualcuno potrà anche provare ad inzuccherare la sua storia, ma la realtà è chiaramente squallida. “Il suo cavallo di battaglia è non nascondere questo mondo, non etichettarlo come sporco o losco, e in quest’ottica rientrano la sua vita e tutte le sue scelte”, dice nell’intervista.

Eppure con la sua famiglia non è poi così chiara. Ma come mai se il suo mondo non è sporco? Chissà se leggeranno ma questa intervista? Se sono analfabeti Alessia non corre pericolo. Ma se non lo sono vuol dire che veramente così tonti?. Chissà che effetto potrebbe fare ad un ignaro padre vedere un video a luci rosse della figlia prediletta? Forse si divertirà insieme a lei? Una sensazione di profonda nausea mi pervade al solo pensiero.

Siamo al dunque, cari lettori di Pink, e rivolgo a voi una domanda: vi piacerebbe una figlia, una moglie, una compagna o una fidanzata come Alessia Donati?

  • shares
  • Mail