Cibo e sesso: come risvegliare il desiderio e proteggere la fertilità



Ne abbiamo parlato tante volte: sesso e cibo sono strettamente collegati. Oggi la Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo), suggerisce agli innamorati una serie di ricette e comportamenti da tenere in cucina per risvegliare il desiderio e proteggere la fertilità.

Il tutto è stato raccolto in un volume intitolato “Cibo e sesso: 30 ricette per gustare i piaceri della vita e restare in forma” e contiene piatti selezionati capaci di solleticare la sessualità e rimanere in forma. Fra gli alimenti più adatti, oltre ai già celebrati peperoncino e frutti di mare, ci sono gli asparagi, la rucola, i fichi, il miele. Quelli da evitare sono invece gli alimenti con troppi conservanti, con una quantità elevata di grassi saturi e di zuccheri. Tra i nemici dell'eros ci sarebbero caffè e alcool, che alle sue caratteristiche disinibenti aggiunge effetti negativi sulle prestazioni, in particolare maschili.

Alessandra Graziottin, sessuologa del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica del San Raffaele Resnati di Milano, intervistata a riguardo punta il dito anche contro la velocità: “Mangiare troppo velocemente provoca un'intensa eccitazione cerebrale che però è paradossalmente dannosa per la libido: aumenta infatti l'irritabilità. Non a caso oggi si assiste a un fenomeno nuovo, l'ansia da prestazione femminile: ne soffre l'11% delle donne sessualmente attive. Attenzione quindi non solo a cosa si mangia ma anche a come”.

Giorgio Vittori, presidente della Sigo, ha parlato di “disturbi alimentari presenti nel 7,6% delle pazienti sub-fertili e nel 58% delle donne che presentano amenorrea o mancata ovulazione. Solo il 6% considera il ginecologo un interlocutore valido per confrontarsi sulla dieta. Un atteggiamento profondamente sbagliato, considerate le ripercussioni sulla salute femminile. Sulla fertilità, ma anche su malattie come l'endometriosi. Chi ne soffre dovrebbe ad esempio aumentare del 20-30% il consumo di fibre e introdurre più pesce azzurro, olio d'oliva e omega 3”.

Regime alimentare corretto ed equilibrato, spiega la sessuologa, oltre all’adozione di piccoli accorgimenti pratici (come ad esempio non ungere la teglia ma preferire la carta da forno, utilizzare poca acqua nella bollitura, evitare di scongelare e ricongelare i cibi, scegliere frutta e verdura di stagione), sono utili non solo per favorire l'attività sessuale, ma anche per preservare la funzionalità dell’apparato riproduttivo.

  • shares
  • Mail