Gli alimenti più ricchi di antiossidanti per contrastare le rughe

Man mano che l'età avanza, non è un segreto per nessuno, la tonicità della pelle va via via diminuendo, insieme a compattezza e luminosità. Se dall'esterno possiamo contare sull'aiuto di prodotti anti-age che rallentino l'impietoso passare del tempo, dall'interno ci possiamo tenere in forma grazie agli alimenti ricchi di antiossidanti, che ci mantengono più giovani più a lungo.

Nella dispensa e nel frigo non devono mancare cibi ad alto contenuto di vitamine A, C, E più niacina e acido linoleico, che proteggono la pelle dall'invecchiamento. Ad esempio, oltre agli agrumi, fonte rinomata di vitamina C, possiamo contare sui peperoni rossi, che ne contengono ben 95mg a porzione (contro i 70mg di un'arancia media). E visto che siamo in inverno e il fabbisogno aumenta, approfittiamo dell'apporto vitaminico dell'acerola: 1600mg ogni 100 di succo.

Un frutto ottimo per il benessere della pelle è poi il mirtillo. Le tre qualità (nero, rosso e blu) contengono vitamine e acidi importantissimi per la salute. Inoltre contribuiscono alla formazione del collagene, la proteina che rappresenta il principale elemento fibroso di pelle, tendini, cartilagine e ossa. La sua produzione costante ci garantisce il giusto ricambio del derma e rallenta la formazione delle rughe.

Per ciò che riguarda la vitamina A, è decisamente essenziale per combattere i segni dell'invecchiamento. Le molecole di retinolo (una delle forme di questa vitamina) influenzano la trascrizione del DNA, stimolando l'azione di alcuni enzimi specifici che migliorano lo spessore della pelle: un vero e proprio effetto rimpolpante sulla cute del viso.

Vista l'importanza della vitamina A non sarà un problema tapparci il nasino e mandare giù un cucchiaio di olio di fegato di merluzzo, che ne contiene 18000mg ogni 100gr di prodotto. Cibi molto ricchi e più gradevoli sono le albicocche, le carote crude, il prezzemolo e il burro. Ma anche uova, anguille e fegato ne sono pieni. Per chi mangia regolarmente proteine animali l'unica cura è accertarsi della provenienza dei prodotti: se sono da allevamenti bio possiamo essere sicuri.

Per ciò che riguarda la vitamina E, parliamo di un potente antiossidante, visto che contrasta in modo molto efficace l'azione dei radicali liberi. Ne sono ricchissimi gli oli vegetali, quello di germe di grano in primis, seguito da girasole, mais e palma. Ma anche la frutta secca garantisce un buon apporto di questa vitamina: mandorle, nocciole, noci e pistacchi sono uno spuntino saporito e che fa bene a pelle e salute. Basta non esagerare con le quantità, visto che sono cibi un po' grassi.

La niacina, anche detta vitamina B3, è poi importante per il benessere generale della cute. In passato una sua carenza dava adito al brutto e fastidioso problema della pellagra. Ad oggi, ne assumiamo la quantità giusta attraverso i cibi (è contenuta sia nei prodotti di origine animale sia nei cereali), quindi non se ne necessita quasi mai un'integrazione esterna.

L'acido linoleico, infine, è un lipide che appartiene alla categoria degli omega-6. Oltre ad essere un buon aiuto contro i problemi di colesterolo, è anche un regolatore delle prostaglandine, che hanno una funzione importantissima in caso di processi infiammatori. È un ottimo antiossidante di cui è ricca la frutta secca, l'olio di vinacciolo (e molti oli vegetali) la farina di soia e la maionese. Il fabbisogno giornaliero varia dai 2 ai 9 grammi al giorno e anche in questo caso, con il nostro spuntino di noci o nocciole lo copriamo senza problemi.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail