Carte per découpage: dalle tradizionali ai tovaglioli

carta_per_decoupage
La carta svolge un ruolo fondamentale nel découpage. Per poter ottenere buoni risultati bisogna impiegare quella più appropriata per il lavoretto che vogliamo realizzare: deve possedere caratteristiche di resistenza, elasticità, sottigliezza e adatta per essere incollata.

Per questo specifico utilizzo ne esistono in commercio tipi diversissimi e infiniti. Ecco per voi le carte per découpage più utilizzate.

Carte tradizionali per découpage: sono caratterizzate dalla presenza di immagini separate in modo da garantire il ritaglio preciso senza compromettere quelle vicine. Possiedono, inoltre, decori molto curati dai più disparati temi e stili. Si possono trovare quelle più adatte ai nostri gusti in ogni momento.

Carte velo: sono più sottili di quelle tradizionali. Hanno una grammatura molto più leggera che permette di eliminare con facilità l’inconveniente dello “scalino”, ovvero la carta più in rilievo rispetto alla superficie che vogliamo decorare. Le immagini della carta velo hanno colori più delicati e tenui. L’unica accortezza a cui fare attenzione, ne va della riuscita del nostro lavoro, è non utilizzare entrambi i tipi di carta sullo stesso oggetto, perché risulterebbe poco armonico alla vista.

Tovagliolo (di carta di riso e non): questo materiale leggerissimo si adatta bene a qualsiasi superficie, anche curva o concava. E’ facilmente applicabile e i soggetti stampati possono essere ottenuti strappando semplicemente il tovagliolo e, quindi, evitando il laborioso e certosino passaggio del ritaglio. E’ importante ricordarsi di applicarli su fondi chiari, poiché in trasparenza il colore sottostante tenderebbe a coprire la carta e a non renderlo ben visibile.

Carte per découpage 3D: l’immagine di carta viene ritagliata e messa in rilievo utilizzando tecniche diverse il cui risultato finale deve essere una decorazione tridimensionale. Sono carte specifiche che hanno la stessa consistenza di quelle tradizionali. Sono fogli di piccole dimensioni che contengono un solo soggetto, riprodotto non solo a figura intera, ma anche scomposto nel numero di particolari utili per trasformarlo in una decorazione tridimensionale.

Fotocopie e riviste: al di là delle carte per découpage di cui abbiamo parlato, quelle che possono essere acquistate nei negozi specializzati per le decorazioni e le arti pittoriche, per i nostri lavoretti fai da te possiamo utilizzare anche le normali fotocopie, in bianco e nero o a colori, o ritagli da giornali e riviste.

  • shares
  • Mail