Il menù di Capodanno vegano per un cenone leggero e sano

Ci siamo già occupati di cucina vegana durante le feste, proponendovi gustose ricette per il giorno di Natale. Sappiamo bene, però, che quando si parla di festività natalizie i pranzi e le cene che ci attendono sono molteplici.

Tutti coloro che hanno sposato questo tipo di cultura sanno che vegano non è sinonimo di costrizione o carenza alimentare, è solo un modo meno diffuso di alimentarsi e di, conseguenza, anche di guardare al mondo. Anche un pranzo ricco e saporito, come quello di Capodanno, quindi, può vestirsi di prodotti esclusivamente vegani.

Vediamo, dunque, qualche idea stuzzicante e gustosa per mettere in tavola piatti che possono solleticare il palato non solo di coloro che hanno sposato la cultura vegana, ma anche di chi non ha fatto la medesima scelta ma non per questo non è propenso a esplorare nuove frontiere della cucina, anche durante le feste.

Antipasti.

Barchette d'indivia.

    2 cespi d'indivia belga (meglio se con le foglie grandi)
    una manciata di olive nere denocciolate
    una manciata di capperi sott'aceto
    peperone rosso (una listarella di circa 2 cm)
    peperone giallo (come sopra)
    1 ciuffo di prezzemolo

Mettere in una ciotola tutti gli ingredienti: capperi strizzati e tagliati, olive sminuzzate, peperone rosso e giallo tagliato a cubetti, prezzemolo tritato; aggiungere un filo d'olio, mescolare e lasciare a riposo.
Nel frattempo lavare e poi asciugare l'indivia; staccare le foglie e disporle sul piatto da portata; riempire le foglie con le verdure precedentemente preparate.

Crema di avocado e capperi.

    3 avocado
    3 cucchiai di capperi
    8 cucchiai d'olio
    6 cucchiai di succo di limone
    latte di soia q.b.
    sale, pepe

Sbucciare e privare del nocciolo gli avocado e frullarne la polpa con gli altri ingredienti. Il latte di soia va versato in piccole quantità fino a raggiungere la giusta densità del composto.
Servire la crema su crostini di pane.

Primi.

Bavette alla crema di asparagi.

    250 g di asparagi
    un bicchiere di latte di soia non zuccherato o di avena
    olio di mais e sale qb
    farina 00
    olio extra vergine di oliva
    qualche fogliolina di timo fresco o secco
    pepe
    500 g di bavette

Tagliare a dadini 250 g di asparagi non troppo grandi e metterli in padella con un dito d'acqua. Farli cuocere finché saranno "al dente" e versare poi il bicchiere di latte vegetale. Aggiungere un filo d'olio di mais e sale qb e far amalgamare a fuoco bassissimo mescolando spesso, finché diventa una specie di crema molto liquida. Appena prima di scolare la pasta e versarla sul condimento, aggiungere qualche pizzico di farina per rendere il composto più cremoso. Mischiare il tutto e aggiungere un filo di olio extra vergine di oliva e qualche fogliolina di timo fresco o secco. Aggiungere pepe se si vuole.

Bucatini al pangrattato.

    400 g di bucatini (preferibilmente integrali)
    2 grosse cipolle
    2 spicchi di aglio
    4 cucchiai di pangrattato
    2 bicchieri di vino bianco
    1 bicchiere di olio extravergine di oliva
    peperoncino
    origano

Affettate finemente cipolla e aglio e poneteli a rosolare in un largo tegame insieme con l'olio. Dopo pochi istanti unite anche il pangrattato in modo che anch'esso si rosoli, ma fate attenzione che la cipolla non prenda troppo colore. Non appena il condimento tende ad essere assorbito, bagnate con il vino e condite con un pizzico di origano, sale ed un po' di peperoncino. Lessate nel frattempo la pasta, scolatela al dente e passatela nel tegame con le cipolle e il vino che non sarà ancora del tutto evaporato. Spadellate infine per alcuni istanti sul fuoco, aggiungendo un po' di olio a crudo se ce ne fosse bisogno.

Secondi.

Asparagi gratinati.

    500 g di asparagi
    formaggio vegan Vegourmet Santeciano
    margarina o olio d'oliva
    sale

Lavare gli asparagi dopo aver eliminato la parte più dura del gambo. Lessarli al vapore per 5 minuti, metterli in una pirofila unta di margarina o olio, cospargerli di formaggio Vegourmet Santeciano grattato con la grattugia a buchi larghi, e far gratinare in forno già caldo per qualche minuto.

Budino di patate tofu e verdure.

    250 g di tofu morbido
    400 g di patate
    due carote
    2 zucchine
    un cipollotto
    mezzo peperone rosso
    50 g di fagiolini
    olio qb
    un pizzico di noce moscata
    una bustina di gelificante vegetale (facoltativo)

Mondate e lessate i fagiolini. Scolateli e tagliateli a tocchetti piccoli. Sbucciate le patate, tagliatele a tocchi grossi e lessatele; scolatele, unitele al tofu e frullate tutto, finché non diventa un composto denso. Nel frattempo, tagliate zucchine, carote, il mezzo peperone e il cipollotto a dadini piccoli. Saltate le verdure nell'olio, appena la superficie sarà dorata, aggiungete poca acqua e portate le verdure a fine cottura. Aggiungete le verdure, i fagiolini, il sale e un pizzico di noce moscata al composto. Se volete che il vostro budino sia compattissimo, a questo punto aggiungete la bustina di gelificante. Mettete in stampi per budini e lasciate riposare per qualche ora (senza gelificante un'ora è sufficiente).

Dessert.

Apple Crumble.

Per il ripieno:

    3 mele
    1 cucchiaio di margarina
    una stecca di vaniglia
    un cucchiaino di cannella in polvere
    un cucchiaino di zucchero
    una grattata di noce moscata (opzionale)

Per la crosta:

    4 cucchiai di farina
    1 cucchiaio di margarina
    1 cucchiaio di zucchero
    un pizzico di sale

Pelare e tagliare le mele a fettine. Far sciogliere in una padella la margarina; quando è sciolta, aggiungere le mele e poca acqua, mescolando bene. Aggiungere la cannella, lo zucchero, i semi raschiati dalla vaniglia e, se usata, la noce moscata. Far cuocere a fuoco medio fino a che le mele non siano morbide ma non troppo, tenendo sempre mescolato per evitare che le mele si attacchino. Nel frattempo mescolare in una terrina gli ingredienti per la crosta, lavorando con le dita fino ad ottenere un impasto friabile. Quando le mele sono pronte, versarle in una teglia con i bordi alti precedentemente unta e uniformarne il livello. Sbriciolare l'impasto su tutta la superficie, cercando di coprire in maniera uniforme le mele. Infornare a forno già caldo a 180°C per circa mezz'ora o fino a doratura.

Cheesecake alla cannella.

    200 g di biscotti di soia (o altri frollini vegan)
    70 g di margarina
    250 g di ricotta di soia
    190 g di zucchero
    2 yogurt di soia
    340 g di panna da montare
    cannella in polvere

Sciogliete in un tegame la margarina senza farla friggere e nel frattempo tritate i biscotti. Versate la margarina sui biscotti sbriciolati e amalgamate; versateli poi sul fondo di una tortiera e livellate bene. Preparate una crema con la ricotta, uno dei due yogurt, 140 g di zucchero e abbondante cannella, stendete questo composto sui biscotti e infornate a 150° per 20 minuti. Mentre cuoce la crema, montate la panna insieme allo yogurt e allo zucchero rimasti e spolverizzate sempre con abbondante cannella. Stendete questa crema su quella precedentemente cotta nel forno e fate raffreddare (possibilmente in frigo); quando è ben fredda guarnite a piacere e servite. E' ottima anche senza guarnizioni, ma se volete potete servirla con un po' di marmellata o cioccolato fuso.

Via | VeganHome

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail