I tessuti patchwork migliori per creare tanti lavoretti fai da te

tessuti patchwork

Quali sono i tessuti patchwork migliori per creare le nostre bellissime idee? A dire il vero in commercio esistono dei materiali pensati appositamente per questo bellissimo hobby, anche se, a dire il vero, si possono anche utilizzare pezzi di stoffa avanzati, per quel riciclo creativo che va tanto di moda ultimamente anche in Italia.

Possiamo pensare, infatti, di realizzare splendidi cuscini o coperte con i tessuti americani, giapponesi, con gli stampati, pensati appositamente per lavorare a patchwork, ma anche con vecchi pezzi di stoffa che recuperiamo in casa. Perché non si butta via niente, tutto può servire nuovamente, soprattutto quando si parla di un hobby come il patchwork!

Quando si parla di lavori realizzati con la tecnica del patchwork, abbiamo diverse strade da percorrere. In commercio esistono i cosiddetti "tessuti americani", quelli da preferire per un lavoro secondo i canoni di questo hobby. Va detto, però, che solitamente questi tessuti (considerati più professionali e adatti rispetto ad altri) sono un po' più costosi della stoffa normale. Possiamo usarli per progetti importanti, non di certo per chi è alle prime armi o se siamo solite lavorare molto con questa tecnica.

Ma, in realtà, possiamo realizzare il patchwork con ogni tipo di stoffa, con scampoli che abbiamo trovato a buon prezzo al mercato o in qualche negozio di stoffe. E persino con vecchi materiali che sono facilmente recuperabili in casa. Poi, ovviamente, dipende da cosa abbiamo in mente di realizzare: per creare delle cornici a patchwork possiamo usare qualsiasi stoffa di riciclo, mentre, magari, per realizzare una borsa o una coperta avremo bisogno di qualcosa di un po' più resistente.

Tutto dipende da quello che vogliamo realizzare: sì ai tessuti americani per lavori importanti (magari per dei regali con i quali volete colpire nel segno), mentre per tutti gli altri consiglio la più economica stoffa che possiamo recuperare anche nel nostro cassetto!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail