Voglia di chirurgia estetica sotto il burqa delle donne afghane

La chirurgia estetica comincia a fare capolino anche da sotto il burqa. La nuova moda è ormai stata delineata: nella terra dei talebani, conservatori e decisamente poco aperti alle novità, ecco che i ritocchi di chirurgia estetica attirano sempre più donne afgane, pronte a sfidare i tabù della loro cultura. Dietro quei lunghi veli che mettono in mostra solo gli occhi, ecco che le donne cominciano a ricorrere al bisturi per diventare più belle.

In realtà in Afghanistan esistono pochissimi studi dove le donne possono rivolgersi per qualche piccolo ritocchino di chirurgia estetica: a Kabul c'è un laboratorio che dà la possibilità a chi vuole di poter cambiare qualcosa del proprio aspetto fisico. Ed è un fatto curioso, dal momento che la tradizione talebana obbliga le donne a nascondere quella bellezza dietro pesanti veli!

La chirurgia estetica, in realtà, c'è sempre stata in Afghanistan, ma non veniva certamento utilizzata per diventare più bella: il bisturi del chirurgo intervenita, infatti, per rendere meno visibili le ferite di guerra o celare le cicatrici che le donne portavano sul loro volto dopo le ripetute violenze domestiche ad opera di padri, fratelli, mariti, figli...

Oggi le donne si rivolgono al chirurgo estetico anche per veri e propri trattamenti di bellezza, per avere un seno più abbondante, per rifarsi le labbra o per subire lifting vari per sembrare più giovani e, quindi, più belle. Il dottor Aminullah Hamkar di Kabul spiega questo fenomento:

Dieci anni fa lavoravamo principalmente su cicatrici deturpanti. Oggi le pazienti chiedono operazioni cosmetiche per apparire più belle.

Ed ecco il racconto di Shaida, una donna poliziotto che si è rivolta al chirurgo per potersi rifare il naso:

La mia famiglia mi ha aiutato e adesso condivide la mia felicità. Era il mio sogno riuscire a fare questo intervento e apparire una persona normale. Ora sono felice.

Gli interventi sono molto costosi e spesso viene impiegato lo stipendio di un mese intero, ma si ovvia cercando di utilizzare materiali o anestetici non troppo cari. Del resto dopo la caduta dei talebani, un anuova classe media si è formata nel paese afgano: paese che sta assistendo ad una crescita esponenziale dei ritocchi estetici.

Perché nonostante il burqa, le donne si vogliono sentire belle. In tutto il mondo!

  • shares
  • Mail